Sondaggio Dire-Tecnè: è boom del centrodestra, Lega primo partito

In calo la fiducia nel governo Conte 2: per metà degli italiani non durerà più di un anno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – Boom dei partiti di centrodestra, che nell’ultima settimana guadagnano il 2,6% nelle intenzioni di voto. E’ quanto emerge da un sondaggio di Monitor Italia, sondaggio nato dalla collaborazione tra Agenzia Dire e l’istituto Tecne’, con interviste effettuate il 24 e 25 ottobre. A cavallo della manifestazione di San Giovanni, la Lega guadagna 1,6% rispetto a sette giorni fa e si stabilisce al 33,2% complessivo, confermandosi primo partito italiano. Fratelli d’Italia e Forza Italia si attestano al 7,8%, con un incremento del +0,6% nell’ultima settimana per il partito di Giorgia Meloni, del +0,4% per quello di Silvio Berlusconi. Il Partito Democratico si conferma secondo partito (19,3%), ma perde lo 0,9%. Crollo del M5S, terzo partito con il 18% e 1,8% perso in una settimana. Non sostanziali i cambiamenti degli altri partiti: Italia Viva +0,2% (4,3%), Più Europa -0,1% (1,9%), Sinistra +0,1% (1,9%), Verdi -0,1% (1,6%).

C’è sempre meno fiducia nel governo Conte 2 da parte degli italiani. Il consenso è diminuito dello 0,6% nell’ultima settimana. La fiducia continua a crollare da settimane. Se il 4 ottobre il 32,6% degli italiani si dichiarava favorevole all’esecutivo giallorosso, oggi la percentuale è scesa al 30%. Solo una settimana fa era al 30,6%. Consequenzialmente aumenta chi non ha fiducia (57,3%, +0,4% rispetto a sette giorni fa). Senza opinione il 12,7%.

Per la metà degli italiani il governo Conte 2 avrà una durata limitata, al massimo un anno, un terzo invece coloro che ritengono possa concludere la legislatura. E’ quanto emerge da un sondaggio di Monitor Italia, sondaggio nato dalla collaborazione tra Agenzia Dire e l’istituto Tecne’, con interviste effettuate il 24 e 25 ottobre. Secondo il 49,8% degli intervistati, l’esecutivo giallorosso durerà al massimo un anno. Più ottimista il 29,2%, che crede in un Conte 2 che possa arrivare fino al 2023. Non si esprime il 21%.

Per la maggior parte degli italiani la manovra avrà un impatto scarso, o addirittura negativo, sul bilancio familiare. A dar fiducia alla nuova legge di bilancio è solo il 16,3%. E’ quanto emerge da un sondaggio di Monitor Italia, sondaggio nato dalla collaborazione tra Agenzia Dire e l’istituto Tecne’, con interviste effettuate il 24 e 25 ottobre. Per il 33,8% degli intervistati la manovra non avrà alcun impatto, mentre ci saranno ricadute addirittura negative per il 30,6%. Legge di bilancio promossa solo dal 16,3%, mentre il 19,3% non si esprime.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»