Tragedia a Lampedusa, recuperati in mare cinque corpi

Il naufragio sabato pomeriggio. Il sindaco: "Siamo stufi di contare i morti"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sono cinque i corpi di migranti recuperati al momento a seguito del naufragio di ieri pomeriggio a circa un miglio dall’isola di Lampedusa. Tre cadaveri sono stati recuperati in acqua dalle motovedette della guardia costiera, mentre altri due corpi senza vita sono stati restituiti dal mare e trovati sulla terra ferma. Le ricerche proseguono nonostante le condizioni avverse del mare.

Sono 149 i naufraghi tratti in salvo, ieri, durante complesse operazioni di soccorso. Lo ha reso noto il Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta. 

IL SINDACO: “SIAMO STANCHI DI CONTARE I MORTI”

“Siamo stanchi di contare morti e siamo stanchi di ritornare nell’oblio subito dopo avere finito di contarli. C’è bisogno di un’azione incisiva da parte del governo italiano e dell’Europa per bloccare i trafficanti di esseri umani. Lampedusa ed il Mediterraneo non possono essere abbandonati a loro stessi”. Lo afferma il sindaco di Lampedusa, Salvatore Martello, commentando il naufragio di una imbarcazione carica di migranti avvenuto ieri a un miglio dalla costa dell’isola delle Pelagie.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»