Laura Boldrini entra nel Partito democratico

L'ex presidente della Camera lascia Leu: "Non è più tempo di piccoli partiti", spiega in un'intervista a 'la Repubblica'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’ex presidente della Camera, Laura Boldrini, ha deciso di entrare nel Partito Democratico. Lo ha annunciato lei stessa in una intervista a ‘la Repubblica’. “Ho maturato da tempo il mio passo”, spiega Boldrini, eletta con Liberi e uguali. “Non è più tempo per piccoli partiti fare troppi distinguo. A forza di farlo rischiamo solo di estinguerci, mentre la destra va sfidata e contrastata con l’azione di un grande soggetto politico capace di incidere sulla società e che si batta contro ogni forma di disuguaglianza sociale, territoriale”. Boldrini specifica che la sua decisione non ha nulla a che fare con la scissione di Matteo Renzi e precisa che  la sua è una scelta “individuale” e non anticiperebbe il rientro di Pier Luigi Bersani e dei suoi. 

“Vado con il Pd perché vuole aprire un dialogo con tutti quei mondi che, ieri e oggi, non si sentono più rappresentati e recuperare la fiducia dei giovani che non vanno più a votare”, spiega. Poi aggiunge che questa è una scelta maturata “da tempo, perché già alle Europee avevo votato Pd. Poi con la crisi di governo siamo arrivati a oggi. Ho atteso che fossero scelti ministri e sottosegretari perché non volevo assolutamente che il mio passaggio potesse far pensare a qualcuno che miravo a qualche incarico”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

24 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»