Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Brugnaro contro Toninelli: “Caro ministro, qui abbiamo un problemino..”

Il sindaco di Venezia lancia un invito ‘pubblico’ al ministro dei Trasporti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA – “Caro ministro dei Trasporti Toninelli, quando sarà libero e avrà tempo di venire a Venezia, Porto Marghera, 2.200 ettari, abbiamo un problemino con le navi, se volesse dire qualcosa…“. Ricordando che sulla città lagunare stanno arrivando “600 milioni investimenti privati”, il sindaco Luigi Brugnaro lancia questo invito ‘pubblico’ a Toninelli a margine della cerimonia di demolizione delle ex scuole medie Monteverdi a Marghera.

Dalle parti di Venezia Toninelli non si è ancora visto, e Brugnaro nell’invito gli ricorda che “i suoi, quelli che l’hanno votata, sono contrari a tutto”. Magari la pensa così anche Toninelli, ma sarebbe il caso di chiarirlo. “Ci si metta anche lei, ma lo dica anche a quei 5.000 posti lavoro che perdiamo. Ci dica cosa dobbiamo fare ministro Toninelli… quando si deciderà a chiamarmi? Son passati tre mesi, abbiamo chiesto come dobbiamo fare, più filogovernativo di così”.

Insomma, insiste il sindaco, “quando vuole siamo a disposizione, siamo qua che aspettiamo, tanto abbiamo soltanto Venezia. Parliamo al mondo da soli, da soli, questa è la realtà, e la città ce la sta facendo lo stesso”. Invito lanciato, dunque. Ma con una postilla. “Anzi, Toninelli posso dire? Se anche non dichiara niente su Venezia è meglio. Dopo dichiara una roba, poi dichiara il contrario… meglio di no. Si chiarisca e dopo parli col sindaco”, chiude Brugnaro.

Ti potrebbe interessare anche:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»