Morto suicida l’ex Garante Antonio Catricalà

antonio catricalà
Già sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si è sparato un colpo di pistola con un'arma regolarmente detenuta
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La Procura di Roma ha aperto un fascicolo sulla morte di Antonio Catricalà, ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell’Antitrust. Catricalà è stato trovato privo di vita nel suo appartamento in via Bertoloni, nel quartiere romano di Parioli. Secondo quanto si apprende si sarebbe suicidato sparandosi un colpo di pistola. Sul posto è intervenuta la polizia. Il fascicolo in Procura al momento è senza ipotesi di reato e indagati.

Una pistola calibro 38 regolarmente detenuta. Questa l’arma con cui Catricalà si è tolto la vita nel suo appartamento. La pistola è stata rinvenuta sotto il corpo di Catricalà. Sul posto sono intervenuti oltre alla Scientifica, anche la Squadra Mobile e il magistrato di turno. Secondo quanto si apprende, al momento della tragedia, in casa di Catricalà era presente anche la moglie.

LEGGI ANCHE: Beretta (Opal): “Licenze armi troppo facili, dubbi su attività sportive”

CASELLATI INDICE MINUTO DI SILENZIO

Il presidente del Senato Elisabetta Casellati ha espresso il cordoglio suo personale e del Senato e fatto osservare un minuto di silenzio per la morte dell’ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell’Antitrust, Antonio Catricalà.

“LA SUA SCOMPARSA RAGGELA IL CUORE”

“Antonio Catricalà ha rappresentato l’Italia della conoscenza, della competenza, del valore. La notizia della sua scomparsa raggela il cuore. Ha dato tanto al suo Paese, che ha onorato e servito con capacità uniche e una generosità straordinaria. In un momento in cui tutte le forze migliori si mettono insieme per tratteggiare un futuro di crescita e rinascita, Catricalà avrebbe potuto dare il suo contributo di esperienza, saggezza, intelligenza. Il vuoto che lascia è incolmabile. Alla famiglia, agli amici e a tutte le persone che gli hanno voluto bene va tutta la nostra vicinanza in questo momento di dolore profondo”. Così in una nota congiunta il gruppo di Forza Italia al Senato.

FIORI DAVANTI AL CANCELLO DI CASA

Alcuni mazzi di fiori sono stati lasciati davanti al cancello di ingresso dello stabile in via Antonio Bertoloni ai Parioli, dove da poco la Polizia mortuaria ha preso in carico il corpo di Antonio Catricalà morto suicida questa mattina. Terminati i rilievi della Polizia Scientifica. Ad assistere alla scena dell’uscita del feretro, diversi passanti. Una donna, abitante della zona, si sfoga così: “Sono profondamente addolorata per questa morte. La modalità con cui è avvenuta poi lascia davvero sgomenti. Abitiamo tutti qui ma non è facile incontrarsi. Prego per lui”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»