Coronavirus, Spallanzani: “Sconfessata ipotesi trasmissione dai serpenti”

Lo ha detto il direttore scientifico dello Spallanzani, Giuseppe Ippolito, nel corso di una conferenza stampa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Non è stato confermato come sia avvenuto il salto di specie dall’animale all’uomo, inclusa l’ipotesi della trasmissione dai serpenti, sconfessata ieri sera dalla rivista ‘Nature’. Vorrei dire che i serpenti sono rettili e questo virus ha bisogno di mammiferi“. Lo ha detto il direttore scientifico dello Spallanzani, Giuseppe Ippolito, nel corso della conferenza stampa indetta per presentare le procedure che sono state messe in atto dalla Regione Lazio per prevenire eventuali casi di infezione da coronavirus.

IPPOLITO: “NESSUN ALLARME”

“Non c’è nessun allarme tale da dover creare un sistema parallelo di gestione del coronavirus cinese”, prosegue il direttore scientifico dell’Istituto. “Un eventuale caso- ha aggiunto Ippolito- verrebbe trattato seguendo le stesse procedure messe in atto dalle Regioni per le infezioni respiratorie gravi e l’influenza grave, come la Suina o la Sars”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

24 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»