Tg Psicologia, edizione del 23 ottobre 2020

È online l'edizione settimanale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– CON MODELLO IDO OTTIMI RISULTATI PER 42% BIMBI A RISCHIO AUTISMO

“Il 42% dei bambini che era a rischio di sviluppare la sintomatologia autistica secondo l’ADOS-Toddler, dopo 2 anni di terapia basata sul modello DERBBI non ha più mostrato questo pericolo”. Sono alcuni dei risultati di uno studio pubblicato sull’International Journal of Psychoanalysis and Education per illustrare l’approccio terapeutico del modello DERBBI, sviluppato e applicato da anni dall’IdO. Sarà presentato da Elena Vanadia, neuropsichiatra IdO, nella due giorni precongressuale il 24 e 25 ottobre in live streaming gratuito sul sito ortofonologia.it.

– SALUTE MENTALE, SINPIA: IN RAGAZZI AUMENTO ANSIA E TENTATI SUICIDI

“Stiamo assistendo a un aumento molto deciso sia dei disturbi d’ansia che dei disturbi dell’ambito ossessivo compulsivo o dell’alimentazione. Oltre che dei tentati suicidi, che sono purtroppo uno dei fenomeni correlati alla depressione, all’ansia, alla sensazione di intrappolamento e alla paura. In generale nei bambini e negli adolescenti c’è un aumento di malessere, disagio e fatica”. A dirlo è Antonella Costantino, presidente della Sinpia.

– NUOVO LOCKDOWN? PERSONE FRAGILI PIÙ A RISCHIO PSICOPATOLOGIE

“Dobbiamo correre in aiuto delle persone più fragili e vulnerabili per evitare che ansie e malesseri si trasformino in sintomatologie psicopatologiche definite”. Così Massimo Di Giannantonio, presidente eletto della Società italiana di psichiatria, traccia un quadro delle conseguenze psicologiche e sociali che un nuovo lockdown potrebbe generare nella popolazione.

– AUTOLESIONISMO PER 1 RAGAZZO SU 5, LO PSICHIATRA: MALE CREA ‘NARCOSI’

In Italia si stima che il fenomeno dell’autolesionismo riguardi il 20% degli adolescenti, in particolare ragazze. Si tratta di un comportamento compulsivo, come il gioco d’azzardo o il sesso sfrenato, che insieme al fumo e alle droghe sono “surrogati del bene, situazioni in cui non sperimentiamo un benessere, ma solo un momentaneo eccitamento emotivo che produce uno stato di narcosi che ci illude di stare meglio”. A offrire una spiegazione a dei motivi di questi comportamenti e’ Carlo Melodia, psichiatra e psicoanalista.

– SALUTE MENTALE, DIRINDIN: SPENDIAMO SOLO 80 EURO ALL’ANNO PER ADULTO

“Le risorse che mettiamo a disposizione per la Salute mentale sono circa 80 euro all’anno per persona adulta. È poco e non abbiamo le informazioni su quanto spendiamo per bambini e adolescenti, eppure sappiamo bene che il problema dei disturbi e della sofferenza mentale riguarda anche le giovanissime generazioni, delle quali conosciamo troppo poco. Questo è segno della distrazione che abbiamo nei loro confronti”. Lo dichiara Nerina Dirindin, esperta del ministro della Salute, Roberto Speranza, e docente di Economia pubblica e Politica sanitaria dell’Università di Torino.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»