Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Firenze annullati gli eventi di Capodanno e obbligo mascherine all’aperto fino all’8 gennaio

dario nardella
Nardella: "Aumento esponenziale dei contagi, ma niente allarmismi"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – Stop agli eventi di Capodanno a Firenze e obbligo di mascherina anche all’aperto fino all’8 gennaio. La decisione era nell’aria, ora è ufficiale. “Questa mattina ho riunito la task force sull’emergenza Covid per il Comune e la Città metropolitana. Abbiamo avuto un confronto con gli esperti dell’Asl, del servizio di igiene pubblica e della Società della salute. Ho incontrato i presidenti di quartiere e mi sono sentito anche con il presidente della Regione, Giani. Abbiamo quindi deciso di annullare tutti gli eventi previsti per il Capodanno, quando già avevamo escluso il ‘concertone'”, spiega il sindaco Dario Nardella, a margine dei lavori del Consiglio metropolitano.

“La situazione del contagio ci presenta in questi ultimi tre giorni un aumento esponenziale della curva: ieri abbiamo toccato i 256 positivi nel comune e i 594 casi nella città metropolitana. Numeri abbastanza alti che potenzialmente possono portare a un aumento significativo dell’occupazione dei posti letto” ospedalieri. Dato, quello dei posti letto, “per ora assolutamente sotto controllo: siamo di poco sopra il 10% delle terapie intensive” e per questo “non dobbiamo creare allarmismi”.

Tuttavia, “si impone un atteggiamento di massima cautela e prudenza. Per questo abbiamo deciso di non tenere feste a Capodanno“. Inoltre “prorogheremo l’ordinanza relativa alle mascherine obbligatorie tutti i giorni fino all’8 gennaio, Befana compresa. Ovviamente nel caso in cui il governo dovesse prendere provvedimenti generali sulle mascherine la nostra misura sarà superata, ma prudenzialmente siamo pronti a prorogarla”. Infine, “abbiamo deciso di annullare, da qui al primo dell’anno, tutti gli eventi festivi nelle sedi comunali e dei quartieri”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»