A Mestre spuntano manifesti per i cento anni del fascismo

"Vanno rimossi subito, ribadendo che Venezia è una città antifascista", afferma il deputato democratico Pellicani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA – ‘100 anni di giovinezza’, un fascio littorio e le date ’23 marzo 1919 – 23 marzo 2019′: è questo il contenuto dei manifesti commemorativi della nascita del fascismo comparsi a Mestre, in Veneto. 

“Tira una brutta aria nel nostro Paese, ma non possiamo permettere vengano esposti manifesti come quelli affissi a Mestre. Il fascismo è stato protagonista della pagina più buia del secolo scorso, non solo va condannato, ma l’apologia del fascismo è un reato”. Lo afferma il deputato democratico e consigliere comunale veneziano Nicola Pellicani, dopo che i manifesti sul centenario della nascita del fascismo sono comparsi a Mestre.

“Quei manifesti vanno rimossi subito, ribadendo che Venezia è una città antifascista”, afferma Pellicani.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»