VIDEO | Nubifragio a Crotone, allagamenti e voragini in strada

Spirlì: "Al lavoro per garantire la sicurezza"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

nubifragio_crotoneROMA – Un violento nubifragio si è abbattuto questa mattina su Crotone e in poche ore le strade si sono trasformate in fiumi d’acqua. Centinaio gli interventi dei Vigili del Fuoco che hanno avuto luogo sin dalle prime luci del mattino. La cittadinanza è stata invitata a non uscire di casa. Ieri la Protezione Civile aveva diramato un avviso di allerta maltempo. “La Regione è vicina a tutti i crotonesi e sta lavorando in sinergia con le squadre di soccorso e le forze dell’ordine per consentire alla città di uscire al più presto da questa grave emergenza”. Così il presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì, in merito al nubifragio che oggi ha colpito Crotone.

nubifragio_crotone “Sto seguendo da vicino l’evolversi della situazione e, in collaborazione con il capo della Protezione civile regionale e le squadre dei Vigili del fuoco- spiega ancora Spirlì- siamo al lavoro per garantire la sicurezza di tutta la popolazione. Ho telefonato al sindaco Voce che mi ha aggiornato sulla situazione e al quale ho garantito la vicinanza fattiva della Regione in questo momento difficile per tutta la città pitagorica. Rinnovo l’invito delle autorità locali e invito i cittadini crotonesi- conclude Spirlì- a non uscire di casa in attesa che le condizioni climatiche migliorino. Nessuno sarà lasciato solo”.

A CROTONE CHIUSURA DI TUTTI GLI ESERCIZI ED UFFICI

A seguito dell’emergenza meteo in corso e del peggiorare delle condizioni metereologiche nelle prossime ore il sindaco di Crotone Vincenzo Voce ha disposto la chiusura di tutti gli esercizi pubblici e uffici pubblici, salvaguardando i servizi essenziali, fino a tutta la giornata di domani 22 novembre 2020. Ai fini precauzionali sarà effettuata la messa in sicurezza dei nuclei familiari residenti in zone a rischio alluvione: quartieri Gabelluccia, Lampanaro, Margherita, Gabella, Trafinello, Fondo Gesù, presso strutture dove riceveranno assistenza, con particolare riguardo ed isolamento per persone eventualmente positive al Covid. È stato inoltre attivato un ulteriore numero di telefono riservato ai residenti in difficoltà nei quartieri più colpiti dall’alluvione: 0962 921700.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

21 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»