Calcio, Spadafora è categorico: “Non do per certa la ripresa del campionato né degli allenamenti”

"Prenderemo in seria considerazione ogni opportunita', tra cui anche quella delle partite trasmesse gratis per tutti", sottolinea il ministro
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Se vogliamo esser molto chiari io oggi non do assolutamente per certa la ripresa del campionato di calcio, ne’ la ripresa degli allenamenti il 4 maggio”. Lo ha detto il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, a Tg2 Post, parlando dell’emergenza coronavirus.

“Sono d’accordo che inevitabilmente, e speriamo il prima possibile, il calcio debba riprendere- ha aggiunto Spadafora- Ripeto che non si puo’ dare per certa oggi nessuna riapertura se prima non capiamo se esistono le condizioni per il Paese: dobbiamo capire se il mondo dello sport, e del calcio in particolare, sara’ pronto a una ripartenza con gli allenamenti, ma questo non vuol dire poi una ripresa automatica del campionato e delle partite. Poiche’ ci sono anche molti atleti di altre discipline che hanno bisogno di ricominciare, valutero’ con molta attenzione la ripresa ma questo non deve dare l’illusione a tutte le societa’, soprattutto alla serie A”, ha concluso.

PARTITE CALCIO IN CHIARO? PRENDERÒ IN CONSIDERAZIONE

“Ipotesi partite di calcio in chiaro? Quando ho provato a fare questa cosa nel periodo di massima emergenza, ho avuto un confronto a dir poco acceso che non e’ ancora mai ripartito con l’ad di Sky e il presidente della Lega Serie A. Il tema e’ molto spinoso: quando il mondo del calcio non vuole decidere o non vuole farlo per motivi economici dice che e’ il Governo che deve farlo. Quando poi il Governo interviene a gamba tesa rivendica la sua autonomia”. Cosi’ a Tg2 Post il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora. “Credo che in base a quello che succedera’, stavolta evidentemente prenderemo in seria considerazione ogni opportunita’, tra cui anche questa” delle partite trasmesse gratis per tutti. “Bisogna rimettere ordine nelle idee di un mondo che non e’ semplicissimo”, ha concluso Spadafora.

LEGA SERIE A: PORTARE A TERMINE LA STAGIONE

“Il Consiglio di Lega Serie A ha confermato all’unanimita’ l’intenzione di portare a termine la stagione sportiva 2019-2020, qualora il Governo ne consenta lo svolgimento, nel pieno rispetto delle norme a tutela della salute e della sicurezza”. E’ quanto afferma la Lega in una nota. “La ripresa dell’attivita’ sportiva, nella cosiddetta Fase 2, avverra’ in ossequio alle indicazioni di Fifa e Uefa, alle determinazioni della Figc nonche’ in conformita’ ai protocolli medici a tutela dei calciatori e di tutti gli addetti ai lavori”, conclude la nota.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

21 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»