Papa Francesco: “Non lamentiamoci delle restrizioni, il consumismo ha sequestrato il Natale”

Cosi' Papa Francesco durante l'Angelus in Piazza San Pietro.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “In questo tempo difficile, anziche’ lamentarci di quello che la pandemia ci impedisce di fare, facciamo qualcosa per chi ha di meno: non l’ennesimo regalo per noi e per i nostri amici, ma per un bisognoso a cui nessuno pensa”. Cosi’ Papa Francesco durante l’Angelus in Piazza San Pietro.

“E un altro consiglio: perche’ Gesu’ nasca in noi- aggiunge il Papa- prepariamo il cuore, andiamo a pregare, non ci lasciamo portare avanti dal consumismo: devo comprare i regali, devo fare questo…quella frenesia di fare cose cose cose… L’importante e’ Gesu’. Il consumismo, fratelli e sorelle, ci ha sequestrato il Natale. Consumismo non e’ nella mangiatoia di Betlemme, li’ c’e’ la realta’ la poverta’ l’amore. Prepariamo il cuore come di Maria libero dal male, accogliente, pronto a ospitare Dio”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»