India, in 900 milioni al voto: gli exit poll incoronano Modi

I risultati ufficiali cominceranno a essere diffusi giovedì
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – ‘Gli exit poll indicano una nuova grande vittoria per Modi‘: questo oggi il titolo di apertura del ‘Times of India’, uno dei tanti quotidiani del subcontinente a evidenziare il rilievo dell’affermazione del partito del primo ministro al di là dei margini di incertezza sul numero esatto di seggi nel nuovo parlamento.

Giornali ed emittenti di New Delhi hanno rilanciato i dati diffusi nella serata di ieri, al termine di elezioni legislative che hanno visto recarsi alle urne all’incirca 900 milioni di aventi diritto. Secondo le proiezioni, la coalizione National Democratic Alliance guidata dal Bharatiya Janata Party (Bjp) di Narendra Modi avrebbe ottenuto tra i 242 e i 365 seggi. Per formare il governo il Bjp dovrebbe poter contare su almeno 272 deputati della Lok Sabha, il parlamento indiano.

I risultati ufficiali cominceranno a essere diffusi giovedì. Dirigenti di spicco del Congress Party e di altri partiti di opposizione hanno contestato l’attendibilità degli exit poll, definendoli “gossip” o sostenendo che spesso gli intervistati dissimulano le proprie scelte nel timore che i sondaggisti siano emissari governativi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

20 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»