Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

‘Libere sempre’, il video omaggio alle partigiane

Narrato idealmente da Marisa Ombra, il video ripercorre le tappe che hanno portato alla conquista di diritti fondamentali
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Si chiama ‘Libere sempre’ il video-omaggio alle partigiane ideato e prodotto dal Coordinamento donne Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) con il contributo del Comitato provinciale Anpi Bologna. Realizzato da Kine’, il video animato – che prende il nome dal titolo del libro di Marisa Ombra ‘Libere sempre. Una ragazza della Resistenza a una ragazza di oggi’ – ripercorre in circa cinque minuti la scelta politica e di vita delle partigiane: dismettere i panni e il destino che le voleva solo madri, mogli, ‘angeli del focolare’, per abbracciare un nuovo ruolo di ribelli e combattenti, sintetizzato nella storica frase di Tina Anselmi “Capii che per cambiare il mondo bisognava esserci”. Quel protagonismo nella lotta al nazifascismo in cui “gli uomini capirono un altro fatto sorprendente- spiega la voce narrante, idealmente di Marisa Ombra-: ci battevamo, sparavamo, correvamo, avevamo paura e coraggio proprio come loro. Eravamo uguali”. Una lezione di parità imparata sul campo, che avrebbe continuato a dare i suoi frutti anche e soprattutto nell’Italia repubblicana, con le battaglie delle donne per il diritto al voto e la depenalizzazione dell’interruzione di gravidanza, per l’abolizione dello ius corrigendi, del matrimonio riparatore e del delitto d’onore, per il riconoscimento della violenza sessuale come reato contro la persona e non contro la morale. Una strada lunga ancora in parte da percorrere, quella per la conquista dei diritti – come quello alla parità salariale -, che richiede alle donne di continuare a esserci. Ed è alle donne di oggi che le partigiane vogliono passare idealmente il testimone. “Gridiamo forte alle donne e agli uomini di fare attenzione- diceva Carla Nespolo, già presidente dell’Anpi, recentemente scomparsa e ricordata nel video- perché se dovessimo tornare indietro noi con i nostri diritti fondamentali tornerebbe indietro tutta la democrazia italiana, perché nel Novecento il cammino delle donne è stato il cammino della democrazia”. “Questo video è dedicato alle nostre compagne, alle partigiane che ogni giorno hanno mosso passione e amore- scrivono in una nota il presidente nazionale di Anpi, Gianfranco Pagliarulo, e Vania Bagni, responsabile del Coordinamento donne- È il testimone della determinazione nell’uscire dagli stereotipi in tempi bui e terrificanti, del loro coraggio nella Resistenza contro nazisti e fascisti, del rischio, a Liberazione avvenuta, di perdere la grande libertà conquistata sul campo, della capacità di ritrovarsi con altre donne nella lotta per i diritti di tutte contro l’indifferenza, i soprusi, la violenza. L’Anpi è stata ed è la loro casa e noi continueremo a tenerla aperta sul futuro, con lo sguardo attento ed il pensiero rivolto ai valori della Carta Costituzionale perché solo in quelli è racchiusa la piena attuazione dei diritti e della democrazia”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»