Agli Uffizi aprono 8 nuove sale, dedicate a Caravaggio e al ‘600

Rosso il colore scelto per pareti e pannelli della nuova esposizione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – Aprono le otto sale al primo piano dell’ala di levante degli Uffizi con un nuovo allestimento dedicato a Caravaggio e alla pittura seicentesca. Otto sale dai nomi suggestivi: Tra realtà e magia, Caravaggio e Artemisia, Caravaggio: La Medusa, Caravaggio: Il Bacco, Lume di notte, Rembrandt e Rubens, Galileo e i Medici, Epica Fiorentina.

La parte del leone la fa ovviamente Caravaggio, indiscusso fulcro della pittura di quel secolo. Ed è rosso il colore scelto per i pannelli delle sale lungo il corridoio (per non intervenire definitivamente sull’originale colore vasariano) e per le pareti delle sale interne (dalla 96 alla 99). Un rosso che si trova spesso nelle stoffe e nei parati rappresentati nei quadri di quegli anni, studiato su un modello tessile dell’epoca e realizzato con pigmenti naturali utilizzati già nel ‘600.

“Otto nuove sale per 50 capolavori che, in qualsiasi altro Paese al mondo, basterebbero per realizzare un nuovo museo“, spiega il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt.

Il nuovo allestimento, continua, “si basa su un approccio tematico e artistico che ispira e stimola la curiosità del visitatore. L’intenzione è di creare un’esperienza intellettuale sia per i non specialisti, che per gli esperti della materia”.

Presente al taglio del nastro anche il sindaco di Firenze, Dario Nardella: “Quello inaugurato- sottolinea il primo cittadino- è un nuovo ‘mattone’ del museo”, perché gli “Uffizi sono una sorta di corpo vivente, in perenne trasformazione. Quella di oggi è un’altra conquista che può portare visitatori aggiuntivi agli Uffizi”.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»