NEWS:

La valdostana Podium fornirà batterie per campionato Formula E

Monti: "Risultato straordinario, sarà percorso impegnativo ma stimolante"

Pubblicato:17-12-2023 12:21
Ultimo aggiornamento:17-12-2023 12:21
Autore:

FacebookLinkedIn

(DIRE – Notiziario Turismo e Sport) Pont-Saint-Martin (Aosta), 17 dic. – La Podium Advanced Technologies, azienda valdostana con sede a Pont-Saint-Martin, è stata scelta dalla Fia, la Fédération internationale de l’automobile, come fornitore unico dei sistemi batteria dell’auto da corsa Gen4 che correrà il Campionato del mondo di Formula E nel 2026. “Le auto da corsa della Formula E, tutte alimentate a elettricità, aprono la strada alle auto stradali di domani. La serie funge da piattaforma competitiva per testare e sviluppare le più recenti tecnologie elettriche”, spiega la Podium in una nota. La procedura di gara “ha richiesto un’analisi approfondita di tutte le offerte presentate, valutando a fondo le specifiche tecniche di ogni prodotto e una serie di aspetti di supporto”. Oltre alla Podium Advanced Technologies, gli altri fornitori selezionati dalla Fia sono Spark Racing Technology per i telai, Marelli per il propulsore anteriore e Bridgestone per gli pneumatici. “Dopo aver assicurato a Ducati la fornitura di sistemi batteria per il Campionato del mondo MotoE, quest’ultimo risultato conferma Podium Advanced Technologies come il principale fornitore di sistemi di batterie ad alte prestazioni nel motorsport mondiale”, dice l’amministratore delegato dell’azienda, Francesco Monti. Che aggiunge: “Siamo estremamente orgogliosi di aver vinto questa gara, che rappresenta un risultato straordinario e un sostanziale riconoscimento del duro lavoro, della dedizione e dell’esperienza dimostrata da tutto il nostro team”. E conclude: “Il percorso sarà impegnativo e stimolante, ma sono fiducioso che, con la stessa passione e lo stesso impegno dimostrati finora, potremo affrontare queste sfide e continuare a raggiungere nuovi eccezionali traguardi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


FacebookLinkedIn