Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Pediatria, edizione del 17 settembre 2020

È online l'edizione settimanale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PARTE ‘NAPULE È’ DELLA SIPPS, IN PROGRAMMA 31 EVENTI CON 52 ESPERTI

Due corsi formativi, 4 letture magistrali, 6 sessioni tematiche arricchite da 19 relazioni, con la partecipazione di 52 esperti tra moderatori e relatori, oltre ai rappresentanti delle istituzioni. Sono numeri sostanziosi quelli messi in campo dalla Sipps nel suo evento autunnale ‘Napule è… Pediatria Preventiva e Sociale’, in programma in live streaming dal 18 al 20 settembre. “Il DNA della Società- dichiara Giuseppe Di Mauro, presidente Sipps- è quello di realizzare documenti scientifici, guide pratiche e consensus che poi vengono diffusi e implementati tra gli iscritti all’interno del congresso nazionale e nel corso di ‘Napule è’”.

RIENTRO A SCUOLA, SIP: CON SINTOMI DOPPIO TAMPONE E CERTIFICATO

“Clinicamente è molto difficile distinguere una forma influenzale dei bambini da una patologia da Coronavirus. Per avere una certezza bisogna fare il tampone. Per il bambino, anche davanti a sintomi banali come il raffreddore, il pediatra può decidere di inserirlo in un percorso per il test. E in caso di positività, per la riammissione a scuola sarà necessaria poi la certificazione della negatività a due tamponi”. Lo spiega Rino Agostiniani, vicepresidente Sip, nel corso della diretta Facebook dal titolo ‘Covid-19, le risposte degli specialisti in vista del rientro a scuola’.

RIENTRO A SCUOLA, FIMP: ANCHE 7 GIORNI PER ESITO TAMPONE ALUNNI

“Se le Regioni e le Asl avessero messo i pediatri di famiglia nelle condizioni di richiedere un tampone con la certezza di ricevere il risultato almeno in 24 ore, credo che avremmo eliminato tutti i disagi delle famiglie, della scuola e dei bambini. Nella situazione attuale, invece, per completare questo percorso assistenziale si dovranno aspettare diversi giorni, anche fino a 7”. A dirlo è Paolo Biasci, presidente della Fimp.

MEDICO A SCUOLA, SISPE: PEDIATRI RIVENDICANO RUOLO

“Dal momento in cui si torna a parlare della figura del medico a scuola, è naturale che sia il pediatra a rivendicare questo tipo di ruolo nella tutela psicofisica di bambini e ragazzi. Ci sono delle competenze, diagnosi e terapie, che non possono essere svolte dall’infermiere pediatrico”. Lo dichiara Teresa Mazzone, presidente Sispe, ospite della diretta Facebook di Dire Salute dal titolo ‘Medico a scuola? A bambini e ragazzi serve il pediatra’.

MALATTIE RARE, VELLA: OTTIME PROSPETTIVE DA TERAPIE GENICHE

“Le malattie rare sono migliaia, ma per alcune le prospettive di terapia genica sono straordinarie”. Ad annunciarlo è Stefano Vella, infettivologo e docente di Salute Globale all’Università Cattolica di Roma, illustrando i contenuti della seconda sessione del convegno ‘Per una medicina personalizzata a misura di bambino. Le nuove frontiere in oncologia pediatrica e malattie rare’, che si terrà il 22 settembre a Roma, organizzato dall’Osservatorio sanità e salute.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»