Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Pediatria, edizione del 17 giugno 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– VACCINO, AIFA: FARLO A MINORENNI, NON SOLO DIRITTO MA DOVERE

Il numero di test effettuati per approvare la somministrazione dei vaccini contro il Covid ai soggetti tra i 12 e i 15 anni “è sufficiente a dimostrare l’efficacia ma non la safety”. Ora, tuttavia, “i dati si stanno accumulando” e si sono registrati “pochi casi di reazione avversa”. Lo afferma il presidente Aifa, Giorgio Palù, commentando la decisione della Germania di fermare la somministrazione dei vaccini contro il Covid ai minorenni. “A una famiglia direi che vaccinarsi non è solo un diritto per la nostra salute ma un dovere per la nostra comunità”, conclude Palù.

– SIANI (PD): IN PNRR 7,8 MLD PER INFANZIA

Ammontano ad oltre 7,8 miliardi di euro le risorse destinate all’infanzia dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) elaborato dal governo per portare il Paese fuori dalla pandemia. A spiegarlo è Paolo Siani, deputato del Partito democratico.

– STAIANO (SIP): RIORGANIZZARE ASSISTENZA PARTENDO DA FORMAZIONE

“L’emergenza sanitaria da Covid-19 ha evidenziato criticità nel nostro Sistema sanitario nazionale, per cui è fondamentale pensare a una riorganizzazione dell’assistenza pediatrica a partire dalla formazione di tutte le figure professionali, mediche e non, coinvolte nello sviluppo psico-fisico del bambino. Abbiamo la straordinaria occasione di tradurre quello che oggi l’emergenza ci insegna in opportunità per proteggere la salute dei bambini e il loro ambiente di riferimento”. Lo dice Annamaria Staiano, prima presidente donna della Sip, eletta nel corso del 76esimo Congresso italiano di pediatria. La professoressa dell’Università di Napoli Federico II è entrata in carica lo scorso primo giugno, succedendo al presidente uscente Alberto Villani.

– IN SPAGNA BRONCHIOLITI FUORI STAGIONE, MIDULLA: DA NOI NO

In Spagna è ricomparso il virus respiratorio sinciziale, causa di bronchioliti nei bambini al di sotto di 1 anno e spesso motivo di ricoveri ospedalieri. Quasi scomparso quest’anno grazie alle misure contro il Covid-19, ora che il peggio della pandemia sembra passato e si torna alla socialità il virus si è riaffacciato nella penisola iberica. E in Italia? “C’è stato un lieve aumento degli accessi in Pronto soccorso di bambini con problemi respiratori e infettivi, ma ancora non stiamo isolando il virus respiratorio sinciziale. Ci aspettiamo un suo ritorno a partire da ottobre”, spiega Fabio Midulla, presidente Simri e responsabile del Pronto soccorso pediatrico dell’Umberto I di Roma.

– ENURESI, 19 GIUGNO CORSO SU GESTIONE DISTURBO E RUOLO PEDIATRA

Ancora oggi l’enuresi del bambino non viene sempre adeguatamente trattata, nonostante le indicazioni riportate nelle linee guida e le differenti strategie terapeutiche a disposizione. È fondamentale, invece, che sia riconosciuta come una problematica da affrontare dando le informazioni più corrette alla famiglia e con una scelta consapevole del percorso diagnostico/terapeutico più adeguato. Per questo motivo sabato 19 giugno, dalle 10 alle 11.30, è in programma il corso di formazione a distanza, in modalità sincrona, ‘Enuresi del bambino: il ruolo del pediatra per un corretto patient-journey’, patrocinato dalla Sip. Per tutte le informazioni consultare il sito www.enuresitalk.it.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»