Il coronavirus fa chiudere il Parlamento? De Filippo (Iv): “Non si può e non si deve fermare”

La questione è semplice: è davvero necessario che i parlamentari viaggino fino a Roma mettendo a rischio se stessi e le persone con cui entrano in contatto?
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il Parlamento non si puo’ e non si deve fermare”. Lo sottolinea Il deputato di Italia Viva Vito De Filippo che, interpellato dalla Dire, si dice “contrario a un’ipotesi di Parlamento sospeso o a procedure di riunioni dell’assemblea con altri meccanismi”.

“Ci sono piuttosto- osserva il parlamentare- possibilita’ diverse come quella di commissioni speciali che hanno potere legislativo ma sicuramente i parlamentari e il Parlamento devono essere a totale servizio del nostro Paese“.

“Dobbiamo fugare le paure, dobbiamo stare accorti e consigliare ai cittadini di stare a casa ma noi non possiamo non svolgere con dovere e diligenza la nostra funzione“, conclude De Filippo.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»