Your monthly usage limit has been reached. Please upgrade your Subscription Plan.

Italia
°C

Il coronavirus fa chiudere il Parlamento? Malan (Fi): “Andiamo avanti valutando voto a distanza”

La questione è semplice: è davvero necessario che i parlamentari viaggino fino a Roma mettendo a rischio se stessi e le persone con cui entrano in contatto?
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’attivita’ del Parlamento “deve andare avanti”, anche “valutando modi per un voto a distanza”. Lo dice Lucio Malan, vicepresidente vicario dei senatori di Forza Italia, interpellato dall’agenzia Dire.

Per Malan “anche in questo periodo l’attivita’ del Parlamento deve andare avanti, perche’ e’ indispensabile alla democrazia nella sua funzione di controllo sull’attivita’ del governo e nella funzione legislativa, quantomeno nella conversione e correzione dei decreti-legge”.

Pero’, prosegue, “bisogna evitare che noi stessi diventiamo strumenti di quel contagio che tutti stiamo combattendo con grande impegno e dunque limitare il piu’ possibile la presenza contemporanea di tanti di noi, anche valutando modi per un voto a distanza, purche’ si rispetti la Costituzione e si garantisca che il voto di ciascuno e’ libero e personale”.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»