Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Stadio della Roma, dubbi a 5 stelle. Raggi: “Stesse perplessità di Lombardi”

ROMA - Nuovi dubbi sulla realizzazione dello stadio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


ROMA – Nuovi dubbi sulla realizzazione dello stadio della AS Roma a Tor di Valle. Dopo lo scontro a colpi di post di questa mattina tra la deputata M5S Roberta Lombardi e Beppe Grillo, è la stessa Virginia Raggi a tornare sulla questione, durante il sit-in in suo sostegno in piazza del Campidoglio.”Il post di Lombardi? Ha già risposto lei dicendo che ha le mie stesse perplessità, quindi va bene così“, ha detto la sindaca pentastellata ai cronisti durante la manifestazione.

La Raggi getta quindi nuovi dubbi sulla fattibilità dell’opera, dopo che, in settimana, un incontro tra il vicesindaco Bergamo e la società sembrava aver sbloccato la vicenda. La base grillina, però, resta spaccata: sul web numerosi attivisti chiedono che il progetto venga stralciato mentre, secondo alcuni quotidiani, ci sarebbero alcuni consiglieri pentastellati pronti a votare contro il progetto, anche qualora dovesse arrivare l’ok della giunta.

Sulla vicenda era intervenuto questa mattina anche l’assessore allo Sport Daniele Frongia, che ha allontanato le voci di uno scontro interno alla maggioranza capitolina. “Su un progetto così importante c’è una discussione come è lecito che sia. Prima di una decisione importante c’è bisogno di approfondimenti che avremmo dovuto fare prima”, ha dichiarato l’assessore, senza risparmiare un attacco a Paolo Berdini, ex assessore all’Urbanistica della giunta pentastellata dimessosi in settimana dopo l’ennesimo scontro con la sindaca Raggi: “Dobbiamo compensare il tempo perso dall’assessore Berdini– ha proseguito Frongia- ma non c’è nessuna tensione volta a spaccare”.

L’assessore Frongia ha poi provato a tranquillizzare la base grillina, spaventata dal rischio di speculazione edilizia. “La delibera di Marino, che è molto precisa, certamente non verrà portata avanti così com’è“, ha chiarito.


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»