Scoperta in una gemma la traccia d’amore più antica del mondo

Appartiene a un crostaceo e risalirebbe a cento milioni di anni fa
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – In una gemma di ambra incastonata in un albero è stata rinvenuta in Myanmar quella che potrebbe essere la più antica testimonianza di un atto sessuale nella storia del mondo.

Un team di paleontologi ha scoperto un fossile contenente una traccia di sperma animale databile circa 100 milioni di anni, oltre 80 milioni in più rispetto a quella ritenuta la più antica fino a oggi. I risultati della ricerca sono stati pubblicati dalla rivista britannica Royal Society’s Proceedings Journal, considerata una delle più prestigiose al mondo.

LEGGI ANCHE: FOTO | VIDEO | Pene di marmo con mascherina in piazza San Marco a Venezia, l’artista: “È un simbolo di vita”

La squadra di esperti, guidata dallo scienziato Wang He, della Chinese Academy of Science di Nanchino, ha ritrovato le tracce dentro al fossile di un esemplare femmina di ostracode, un mini-crostaceo che abita gli oceani da più di 500 milioni di anni.

Secondo i paleontologi, il fatto che sia stato rinvenuto in una femmina indica che l’esemplare è stato fecondato poco prima di rimanere intrappolato nell’ambra.
A colpire i ricercatori, però, anche la quantità di liquido seminale rinvenuta. Gli ostracodi, della dimensione di un seme di papavero, sono noti per possedere cellule di sperma fino a sette volte più grandi delle loro stesse dimensioni. Secondo il portale di settore Science Alert, queste cellule creano poi piccole sfere in grado di viaggiare nel tratto riproduttivo femminile e di fecondare.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

16 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»