Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Rinvenuta bomba artigianale nell’auto del presidente dei parchi e delle ville storiche di Roma

via tito speri roma
L'uomo era stato nominato nel 2018 dalla sindaca Raggi. L'ordigno è stato disinnescato dagli artificieri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un ordigno artigianale è stato rinvenuto e disinnescato nell’auto del dirigente dei parchi di Roma. La bomba artigianale, costituita da una bomboletta spray con all’interno polvere pirica e bulloni, e da fili elettrici è stata trovata all’interno dell’auto di Marco Andrea Doria, parcheggiata in via Tito Speri, in zona Prati, a Roma. L’allarme bomba, rivelatosi poi fondato, era scattato nel pomeriggio dopo che qualcuno ha notato l’auto in sosta con dei fili sporgenti sospetti.

A gennaio del 2018 Doria era stato nominato dalla sindaca Virginia Raggi presidente del Tavolo per la riqualificazione di parchi e delle ville storiche di Roma.

PREVISTO INNALZAMENTO MISURE SICUREZZA

È previsto un innalzamento delle misure di protezione individuale da parte del Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica di Roma per Marco Andrea Doria. L’ordigno artigianale rinvenuto sulla sua auto conteneva polvere pirica e bulloni ed era collegato all’interno del mezzo con dei fili elettrici. Doria, a quanto si apprende, è già sottoposto a misura di protezione disposta dalla Prefettura di Roma.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»