I camionisti possono attraversare il Tirolo solo con il test Covid negativo

camion autostrada mezzi pesanti
La Camera di commercio di Bolzano segnala che gli autisti che vogliono raggiungere la Germania devono munirsi di un tampone rapido non più vecchio di 48 ore
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – “Gli autisti che vogliono raggiungere la Germania tramite il Tirolo devono munirsi di un test Covid negativo in lingua inglese o tedesca“. Lo segnala la Camera di commercio di Bolzano, ripresa da Unioncamere Emilia-Romagna, dopo che il Tirolo è stato classificato dalle autorità tedesche come “zona ad altissimo rischio Covid”. Servirà quindi un test Covid rapido antigenico con tampone negativo, non più vecchio di 48 ore al momento dell’ingresso in Germania. Inoltre, ogni autista dovrà registrarsi online prima di entrare nel paese.

L’autostrada del Brennero, quindi, è chiusa al traffico pesante da Verona in direzione nord per i mezzi sprovvisti della dichiarazione in inglese o in tedesco (per il traffico con destinazione in Germania o in un paese raggiungibile attraverso la Germania). È consentito invece il transito dei mezzi con destinazione finale in Tirolo o in Svizzera. Aggiunge l’ente camerale di Bolzano: “Le forze di polizia faranno proseguire i mezzi dotati dei requisiti richiesti in direzione Brennero esclusivamente nei numeri che consentono la massima sicurezza stradale al valico di confine. È pertanto possibile che veicoli in possesso dei requisiti richiesti vengano deviati verso Tarvisio”.

LEGGI ANCHE: Covid, confronto Zaia-Arcuri sui vaccini: il Veneto propone un gruppo d’acquisto

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»