Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

The Walking Dead senza veli: nei nuovi episodi il primo nudo integrale di uno zombie

La seconda parte dell'ottava stagione in onda da lunedì 26 febbraio su Fox.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Fremono nell’attesa dei nuovi episodi i tanti fan di The Walking Dead. Ad aumentare la curiosità circa la seconda parte dell’ottava stagione la notizia fornita all’Entertainment Weekly dal produttore esecutivo Greg Nicotero: per la prima volta avremo la possibilità di vedere il nudo integrale di uno zombie. Nei tanti episodi della serie cult sui non morti non era mai accaduta una cosa simile. Sulla cosa non sono stati forniti ulteriori dettagli, quindi per ora non sappiamo se sarà una uomo una donna lo zombie che si mostrerà “come mamma l’ha fatto/a”.

Intanto alle ‘curiosità pruriginose’ si aggiungono quelle relative la sopravvivenza di uno dei personaggi principali di The Walking Dead: quello di Carl, interpretato da Chandler Riggs. Se il produttore esecutivo Robert Kirkman si è mostrato possibilista sulla sopravvivenza del personaggio, nonostante quest’ultimo sia stato morso da un camminatore, la sua dipartita ormai sembra essere abbastanza sicura. Staremo a vedere cosa accadrà. Per ora resta certa soltanto la data di messa in onda che in Italia è fissata per lunedì 26 febbraio alle ore 21:00 su Fox.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»