hamburger menu

Nuove licenze, aggiornamento delle tariffe e un’app: Bologna trova l’accordo sui taxi

Sottoscritto un protocollo d'intesa tra Comune e associazioni sindacali dei tassisti, Lepore: "Una rivoluzione"

Pubblicato:15-11-2023 19:15
Ultimo aggiornamento:15-11-2023 19:15
Canale: Bologna
Autore:
sciopero-taxi-bologna
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

BOLOGNA – Fumata bianca sulle auto bianche: a Bologna è stato siglato oggi pomeriggio l’atteso protocollo d’intesa tra Comune e associazione sindacali dei tassisti e questo secondo il sindaco Matteo Lepore “rivoluzionerà il servizio”. Anche se, precisa l’amministrazione comunale facendo il punto sull’accordo, non tutte le sigle hanno deciso di aderire: hanno firmato Cna, Unica, Confartigianato e Ascom mentre sono rimaste fuori UriTaxi e Uil trasporti.

LEPORE: UN ACCORDO CHE RIVOLUZIONERÀ IL SERVIZIO

“Ringrazio le rappresentanze sindacali, gli assessori e i tecnici comunali che hanno seguito i lavori di questo accordo, molto importante perché diamo il via libera a nuove licenze, nuovi turni e un’organizzazione che rivoluzionerà il servizio”, dichiara Lepore, che ha partecipato personalmente alla firma: “Serviva questo passo in avanti molto atteso per dare una risposta ai cittadini e ai visitatori della città, perché il taxi è un servizio pubblico e in una città come Bologna deve essere fruibile sette giorni su sette di giorno e di notte. Questo è un accordo che tutela anche il lavoro dei taxisti che a Bologna sono organizzati in due storiche cooperative che rappresentano un patrimonio distintivo. Ora porteremo in Giunta la delibera per la riorganizzazione del servizio il prima possibile”.

UN’APP PER VERIFICARE LE AUTO IN CIRCOLAZIONE E GESTIRE GLI ALLARMI

Tra i punti principali dell’intesa ci sono la predisposizione di un bando a graduatoria aperta per assegnare 72 licenze e la decisione di convocare, entro fine novembre, il tavolo tecnico per l’aggiornamento della tariffa “al fine di raggiungere l’accordo che soddisfi entrambe le parti”. Comune e associazioni dei tassisti hanno concordato anche di “implementare un’app, che verrà creata dall’amministrazione con risorse proprie e nel rispetto della normativa sulla privacy”. L’app avrà l’obiettivo di “verificare in tempo reale il numero delle auto presenti in servizio, verificare le presenze in servizio e le ferie sostituendo la cartella di servizio cartacea, notificare in tempo reale informazioni (chiusure strade, modifiche alla circolazione…) da parte dell’amministrazione, gestire gli allarmi”, spiega il Comune.

ARRIVA IL SERVIZIO UNICO PER LE PERSONE DISABILI

Il protocollo prevede anche la creazione di “un servizio unico per i taxi prioritari destinati alle persone disabili e raddoppiare la flotta dedicata, destinandogli una quota delle nuove licenze”, riferisce il Comune, nonché “l’utilizzo delle spire per contare i passaggi di taxi in prossimità di punti strategici (stazione – kiss&ride e aeroporto, Fiera) al fine di monitorare l’uso delle piazzole da parte dei taxi”. Nell’intesa, poi, rientra la decisione di “avviare un confronto specifico per ridisegnare i turni di servizio e l’organizzazione degli orari di cartella per rispondere meglio alle rinnovate esigenze della città, in particolare per dare risposta all’incremento della domanda sull’intera settimana e negli orari notturni”.

LEGGI ANCHE: Dalle licenze dei taxi all’aumento degli stipendi per il Ponte sullo Stretto, ecco cosa c’è nel decreto Asset approvato dal Consiglio dei ministri

NASCERÀ UN TAVOLO PERMANENTE SULLA VIABILITÀ E SUI CANTIERI

Alla luce del recente decreto Asset, inoltre, il Comune e i tassisti si impegnano a “definire gli obiettivi e i limiti entro i quali istituire e gestire le doppie guide”. Un altro punto dell’intesa riguarda la decisione di istituire un tavolo permanente sulla viabilità e sui cantieri in cui verranno coinvolte tutte le categorie del trasporti pubblico locale. Infine, “per favorire la semplificazione del calcolo tariffario- scrive l’amministrazione- le parti concordano di definire delle tariffe fisse e/o collettive per alcune tratte di collegamento di luoghi strategici (aeroporto, stazione, Fiera…), definendo un calendario delle progressive attivazioni”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2023-11-15T19:15:35+01:00