Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Si chiude il Congresso Sifo: bilancio e sguardo al futuro

Arturo Cavaliere annuncia l'appuntamento 2021 a Roma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Si è concluso il XLI Congresso nazionale della Societa’ Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Sanitarie-SIFO, uno dei principali eventi di politica sanitaria, appuntamento che dal 10 al 12 dicembre ha coinvolto migliaia professionisti ed operatori in un confronto serrato sul futuro del SSN e del ruolo del farmacista ospedaliero (Dai Dati all’Informazione: nuovo paradigma per l’Assistenza Farmaceutica e il SSN. Imparare dall’emergenza per cambiare). I numeri – a cui proprio il titolo del Congresso si richiama – sono significativi: oltre 2500 utenti hanno seguito le sessioni plenarie (3), le parallele (12), i simposi (18); i relatori sono stati 183; l’evento con il “picco di utenti” e’ stato l’appuntamento introduttivo al Congresso, con 1672 connessioni in contemporanea.

LEGGI ANCHE: Sifo: “In sperimentazione clinica ruolo cruciale del farmacista ospedaliero”

Sifo: “Farmacisti ospedalieri Ue uniti contro errata informazione sulla pandemia’

Governance del farmaco, creare un network di professionisti del dato per risposte certe

IELIZZA DESIDERI: “GRANDE SODDISFAZIONE PER LA QUALITÀ CONGRESSUALE”

Fin qui i freddi numeri. Ma entrando in merito al rapporto tra qualita’ dell’evento complessivo ed aspettative SIFO, come e andato il Congresso? Risponde la Presidente del Congresso, Ielizza Desideri: “I riscontri ricevuti, la partecipazione numerosa, la qualita’ del dibattito e del confronto ci dicono che il 41esimo Congresso ha centrato l’obiettivo, suscitando un vero interesse e quindi con soddisfazione possiamo dire che e’ andato bene. Abbiamo realmente trasformato un sfida in una opportunità, come era da nostro auspicio. Sono convinta che i lavori congressuali hanno presentato il tema dei dati/informazione e della ‘rivoluzione digitale‘ su un orizzonte ampio, dove trovare tutti noi una nuova consapevolezza per progredire nella professione. Confido che sapremo utilizzare questa riflessione per applicarci su cio’ che ancora ci manca, mettere a frutto tutte le competenze che gia’ ci appartengono, e portare avanti da protagonisti il rinnovamento dei processi organizzativi e del paradigma assistenziale da tutti auspicato”.

I PREMI AI MIGLIORI POSTER 2020

Nella sessione conclusiva del XLI Congresso SIFO sono stati premiati i migliori abstract inviati alla segreteria scientifica del congresso. Il miglior poster in assoluto è risultato ‘Car-t in ambito pediatrico: il primo caso in Toscana e il ruolo del farmacista nel team multidisciplinare nel monitoraggio delle reazioni avverse (Adrs)’, lavoro presentato da Martina Asprea come primo firmatario, professionista della Farmacia ospedaliera dell’AOU Meyer di Firenze.
Il premio HTA è stato attribuito a Maria Rosanna de Fina (della AOU Mater Domini di Catanzaro) per il lavoro ‘Valutazione rapida di tecnologie in era Covid-19 a garanzia di qualità e sicurezza in ambito sanitario’. Il premio internazionale dell’EAHP e’ andato al poster ‘Utilizzo dell’Hazard vulnerability analysis modificata per valutare il rischio carenza dei farmaci utilizzati per i pazienti affetti da Covid-19′, un lavoro presentato da Rosario Giammona (Scuola di specializzazione in Farmacia ospedaliera dell’Universita’ di Messina), come primo firmatario.

Il miglior poster presentato da un farmacista ospedaliero under40 e’ quello di Anna Giraldi (Irccs Istituto Ortopedico Galeazzi, Milano), ‘Protocollo interno per la prevenzione dei disagi causati dai dispositivi di protezione individuale in terapia intensiva durante l’emergenza sanitaria da Covid-19’.
Da ultimo sono stati attribuiti premi anche ai poster che hanno manifestato una particolare forza comunicativa. I tre lavori prescelti per il Premio Comunicazione sono stati quelli di Anna Giraldi – già citata come miglior under40 – quello di Luisa Zampogna della Scuola di Specializzazione dell’Universita’ di Milano (‘L’importanza dei gas medicinali nel Covid 19: come un Irccs lombardo ne ha rivoluzionato la gestione per far fronte all’emergenza’) e quello di Adriana Pompilio dell’AOU di Ancona come primo firmatario (‘Civas pediatrico: studio preliminare di fattibilita’ e risk analysis per l’allestimento centralizzato di terapie parenterali ready-to-use presso un ospedale pediatrico’). Nel complesso la partecipazione alla “selezione” di poster-SIFO e’ stata davvero significativa, con 478 abstract ricevuti e 232 prescelti per il loro valore scientifico.

ARTURO_CAVALIERE

ARTURO CAVALIERE: “IL NUOVO PERCORSO SIFO E IL CONGRESSO 2021 A ROMA”

Durante il Congresso il presidente SIFO Arturo Cavaliere ha annunciato la sede del prossimo evento SIFO: “sarà Roma ad accogliere il Congresso nazionale 2021, una sede che abbiamo scelto anche come location in cui saranno messi in discussione i nuovi macro-temi che l’attuale Consiglio Direttivo SIFO ha scelto come percorso strategico della società per i prossimi anni”. I temi che ci stanno più a cuore – ha sottolineato Cavaliere – sono quelli che maggiormente lanciano la professione verso il futuro del SSN: promuovere un’interlocuzione permanente con le Commissioni XII di Camera e Senato e Assessorati Regionali al fine di intercettare nuovi indirizzi legislativi dedicati alla professione contribuendo all’elaborazione degli stessi; promuovere in ogni contesto la qualità dell’assistenza farmaceutica; definire e creare strumenti di analisi, di indirizzo e programmazione ai decision makers professionali utilizzando strumenti di real world data; valutare e implementare nuove tecnologie, metodiche e percorsi assistenziali per l’assistenza integrata Ospedale-Territorio; avviare programmi di counseling farmacologico e comunicazione al paziente; sviluppare una reale innovazione gestionale nella logistica e nei modelli di erogazione dei prodotti farmaceutici per l’efficienza e tracciabilità del sistema. Il tutto – ovviamente – con una puntuale, competente ed autorevole gestione delle problematiche legate alla pandemia da SARS.CoV.2″.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»