Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Governance del farmaco, creare un network di professionisti del dato per risposte certe

computer
La discussione sul tema è stato uno dei momenti centrali del XLI Congresso SIFO in corso di svolgimento su piattaforma digitale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il dato non è mai fine a se stesso, ma è strumento decisionale, concreto supporto alle scelte, condizione essenziale per un percorso di corretta innovazione della governance farmaceutica: questi gli elementi essenziali emersi al termine della sessione Misurare per decidere: governance per l’Assistenza Farmaceutica, uno dei momenti centrali di tutto il XLI Congresso SIFO in corso di svolgimento su piattaforma digitale. Perche’ questa sessione dal titolo cosi’ impegnativo nel programma del Congresso e quali obiettivi si e’ posta SIFO nel suo svolgimento? “Abbiamo ritenuto la scelta di questo titolo quasi una opzione obbligata nell’ambito dello sviluppo logico del tema del Congresso di quest’anno- risponde Adriano Vercellone, componente del Direttivo SIFO e Dirigente presso la ASL Napoli3- Il dato e’ una risorsa che i farmacisti sono abituati da sempre a gestire in grande quantita’, ma per fare in modo che il dato possa fungere da punto di partenza delle nuove scelte organizzative e si possa dare il via al processo del cambiamento questo deve diventare informazione, diventare conoscenza dinamica e strutturata. Il richiamo all’emergenza e’ legato inevitabilmente al periodo che stiamo vivendo come cittadini e come operatori sanitari: ora piu’ che mai bisogna imparare rapidamente dall’esperienza e farne tesoro“. “L’obiettivo della sessione – prosegue Vercellone – era quello di contestualizzare l’esperienza del periodo pandemico ai vari livelli: le Istituzioni, gli Enti, i farmacisti ospedalieri e territoriali. Quali sono state e quali sono le problematiche che sono state sollevate in merito all’assistenza farmaceutica. Questo il focus che abbiamo sviluppato in modo propositivo: le interconnessioni esistenti, le regole da applicare, le azioni che possono essere intraprese per fare in modo che la crisi diventi opportunita’”.

LEGGI ANCHE: Il 10 dicembre parte il Congresso Sifo: “Imparare dall’emergenza per rilanciare il Ssn”

I farmacisti ospedalieri al centro della governance delle tecnologie

Sanità, al via il congresso Sifo: il farmacista ospedaliero al centro del ripensamento del SSN

Nella sessione si sono alternati gli interventi di Sabina Nuti (Rettrice Scuola Superiore Sant’Anna), Giovanna Scroccaro (Direzione Farmaceutico, protesica, dispositivi medici, Regione Veneto), Francesco Trotta (AIFA) e Stefania Spila Alegiani (ISS) che hanno presentato elementi di analisi, esperienze e progetti in atto. Quale puo’ essere nel suo complesso il ruolo e la responsabilita’ dei FO in una nuova governance dell’assistenza farmaceutica? “Con questa sessione abbiamo sottolineato il crescente peso specifico che la ‘misura’ e il ‘dato’ stanno acquisendo nei processi di governance farmaceutica”, precisa Paolo Abrate, membro del Direttivo SIFO e dirigente della S.C. Farmacia Ospedaliera, ASL TO4, “L’avvento di terapie e dispositivi medici innovativi, e penso all’oncologia mutazionale o alle terapie cellulari, sta spostando l’asticella della rimborsabilita’ delle tecnologie in una fase sempre piu’ precoce rendendo indispensabile un approccio, anche di HTA, basato sulla real world evidence. Ecco che i FO possono giocare un ruolo chiave nella raccolta e nell’analisi dei dati di real world, di cui dispongono e che sono abituati a gestire quotidianamente”.

LA PROPOSTA DI SIFO

Ma quale proposta si sente di avanzare SIFO per una governance equilibrata e davvero multiprofessionale? Risponde Abrate: “Creare un network strutturato di ‘professionisti del dato‘ puo’ permettere di raggiungere una massa critica di informazioni, in termini di freddi numeri, e un know how tale da poter diventare significativa, soprattutto nelle fasi precoci di utilizzo delle tecnologie, in un’ottica non solo di HTA, ma anche e soprattutto di health technology management. La SIFO deve tessere questa rete, in partnership con gli altri professionisti coinvolti, con l’obiettivo di produrre risultati tangibili, focalizzandosi su specifici temi circoscritti con tempi di realizzazione certi“. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»