Banca Popolare di Bari, Conte: “Fuori i responsabili”

Riguardo alle liti in maggioranza, il presidente del Consiglio assicura: "C'è stato un equivoco"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Non tuteleremo nessun banchiere, sollecitiamo azioni di responsabilità perché non possiamo permetterci queste situazioni, vogliamo i nomi e i cognomi” dei responsabili, lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, parlando al ministero della Salute. 

Quello che è successo ieri a Palazzo Chigi è frutto di “un equivoco. Capisco le forze politiche che sono ai limiti delle ipersensibilita’ perché in passato gli interventi sulle banche sono stati molto divisivi. E’ un nervo scoperto, ci sono state tantissime polemiche sulle banche“, ricorda.

L’intervento sulla Popolare di Bari “avverrà attraverso uno strumento che è nella pancia di Invitalia, soggetto pubblico che si chiama Mediocredito centrale Banca del Sud “. Quindi, “con avvedutezza cerchiamo di fare di necessità virtù: doteremo Mediocredito delle necessarie dotazioni finanziarie, risorse patrimoniali per poi con il fondo interbancario rilanciare la Popolare di Bari”. Se non si faranno avanti “soluzioni di mercato nel corso dell’attuazione dell’operazione avremo anche una sorta di Banca del Sud a partecipazione pubblica per gli investimenti”, ha concluso.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

14 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»