Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Lamorgese: “A Firenze arrivano 20 poliziotti a sostegno del progetto steward anti-movida”

luciana lamorgese
La ministra dell'Interno intende appoggiare il piano del sindaco Nardella contro gli assembramenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – Arrivano 20 poliziotti a Firenze. Altri rinforzi di guardia di finanza e carabinieri. Intanto il governo intende sostenere il progetto degli steward anti-movida del sindaco di Firenze, Dario Nardella. Lo annuncia, nel corso di una conferenza stampa, la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, al termine di un vertice in prefettura.

“È stato valutato insieme al prefetto e al sindaco nel piano anti-movida l’utilizzo anche degli steward insieme alle forze di polizia- dichiara- per questo verrà usato il fondo di sicurezza urbana. Firenze avrà diritto a una quota abbastanza importante. Parliamo di 1,5 milioni a Firenze rispetto ai 15 milioni a livello nazionale quest’anno”. A Firenze sono 20 gli steward dispiegabili in un piano di mobilità sostenibile che avranno la funzione di coadiuvare municipale e forze dell’ordine.

E proprio su quest’ultimo fronte la ministra annuncia una svolta: “Nel piano di riorganizzazione degli uffici è previsto un aumento seppure limitato dell’organico complessivo e finalmente arriveranno a conclusione i corsi di formazione, che non avevamo portato a compimento a causa della pandemia”. In questo modo, precisa, “arriveranno circa 20 unità di polizia in più, ma anche per carabinieri e guardia di finanza è prevista una rimodulazione secondo le esigenze che verranno determinate. Su questo c’è piena intesa anche con gli uffici competenti. È stato ritenuto che fossero sufficienti le previsioni messe in campo”.

LEGGI ANCHE: Il sindaco Nardella guida turistica d’eccezione: così Firenze rilancia il turismo

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»