Focolaio nel quartiere Vomero di Napoli e aumento dei contagi all’ospedale di Pozzuoli

Sono attualmente 23 i casi di coronavirus tra il personale dell'ospedale Santa Maria delle Grazie: "Situazione allarmante" dichiarano i sindaci dell'area flegrea
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – “L’Asl Napoli 1 è impegnata a contenere, con i necessari controlli territoriali, un focolaio di contagio che è emerso nella città di Napoli, nell’area del Vomero. È urgente anche qui, ampliare e rendere rigorosi i controlli”. Così il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. “Dovrebbe essere chiaro a tutti – dice – che i comportamenti scorretti offendono e danneggiano la stragrande maggioranza dei cittadini che rispetta le regole con grande spirito di sacrificio. Così come dovrebbe essere chiaro che più si è responsabili, prima finisce questa emergenza. È evidente che il permanere di situazioni di rischio renderebbe inevitabili misure territoriali di quarantena ancora più pesanti”.

AUMENTO DEI CONTAGI ANCHE NELL’AREA FLEGREA, 23 SANITARI CONTAGIATI ALL’OSPEDALE DI POZZUOLI

Sono attualmente 23 i casi di coronavirus tra il personale dell’ospedale Santa Maria delle Grazie (Pozzuoli). Questo l’esito dei 380 tamponi effettuati, mentre altri, comunica l’Asl Napoli 2 Nord, sono in corso di effettuazione. Positivi anche due pazienti. L’ospedale di Pozzuoli vive da alcune ore una situazione difficoltosa, definita allarmante anche dai sindaci dell’area flegrea. Una paziente si era recata nel pronto soccorso dell’ospedale e sottoposta a test rapido per il Covid-19 che aveva dato esito negativo. È stata quindi ricoverata nel reparto di medicina generale dal 1 al 4 aprile, quando è stata trasferita all’ospedale del Mare di Napoli est. Nel nosocomio di Ponticelli è stata sottoposta a un tampone, che stavolta ha dato esito positivo. Da qui i controlli su tutto il personale sanitario e la chiusura prima del reparto di medicina generale e poi di quello di chirurgia. Sospeso anche l’accesso al pronto soccorso mediante il servizio 118. L’Asl Napoli 2 Nord rende noto che il direttore sanitario dell’azienda, la dottoressa Monica Vanni, è da oggi al lavoro a Pozzuoli per affiancare la direzione sanitaria dell’Ospedale Santa Maria delle Grazie. Questa misura è stata adottata “per garantire in tempi rapidi la gestione dei controlli sanitari in corso sul personale, permettere la sanificazione dei reparti e garantire al meglio e nella massima sicurezza la totale riapertura del Pronto Soccorso”. La direzione dell’Asl sta anche nominando una commissione di esperti terzi all’azienda in cui sarà presente Alessandro Perrella, infettivologo dell’ospedale Cotugno di Napoli e componente dell’unita’ di crisi della Regione Campania per la gestione dell’emergenza coronavirus.

A POZZUOLI DA DOMANI NUOVO REPARTO COVID

Domani a Pozzuoli, nell’ambito del complesso del Santa Maria delle Grazie, verrà consegnato un nuovo reparto di degenza Covid, collocato in un edificio autonomo da quello principale. La nuova struttura, realizzata in tre settimane, e’ dotata di 11 posti letto, di cui 4 di terapia subintensiva. Intanto, il sindaco del comune flegreo di Bacoli Josi Gerardo della Ragione ha informato che nel suo Comune un’intera famiglia è stata contagiata dopo essersi recata in ospedale. Si tratta di quattro persone, un padre e i suoi tre figli. “Erano in isolamento a casa – spiega il primo cittadino – e sono usciti solo per andare a trovare un paziente ricoverato all’ospedale di Pozzuoli”. Della Regione afferma che a Bacoli, tra i 14 casi di coronavirus, “12 sono afferibili a questioni sanitarie, si tratta di medici, infermieri, operatori socio sanitari o del 118, parenti di persone che lavorano in ospedale. La situazione dell’ospedale Santa Maria delle Grazie è un problema serio“. “La situazione è molto complicata”, dice il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, comunicando che ieri 11 persone sono risultate positive al Covid-19. “Di queste – sottolinea Figliolia – la maggior parte appartiene al mondo sanitario e ai degenti”. A Pozzuoli dall’inizio dell’epidemia ad oggi, salgono a 61 le persone che hanno contratto il Covid. Di queste 51 sono attualmente contagiate (2 ospedalizzate e 49 in isolamento domiciliare), 4 persone guarite definitivamente e 6 decedute. Incremento dei contagi anche a Quarto dove 5 tamponi hanno dato esito positivo. “Questo – sottolinea il sindaco Antonio Sabino – e’ dovuto, in parte, alla situazione relativa all’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

14 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»