Rapine alle Poste e furti d’auto, 8 arresti in provincia di Reggio Calabria

L'operazione, denominata 'Organetto', fa luce su almeno quattro episodi compiuti dal 2017 al 2019
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

REGGIO CALABRIA – Otto arresti oggi in provincia di Reggio Calabria sono stati eseguiti, congiuntamente dai carabinieri e dalla polizia, nei confronti di soggetti ritenuti attivi e specializzati in rapine negli uffici postali del territorio, furti di autovetture, ricettazione e porto illegale di armi. L’operazione, denominata Organetto, e coordinata dalla Procura reggina ha fatto scattare sei misure cautelari in carcere e due di arresti domiciliari. L’indagine, condotta dalla squadra mobile, è stata avviata a seguito della rapina effettuata il 2 ottobre 2017 presso l’ufficio postale della frazione Sambatello di Reggio Calabria, nel corso della quale vennero sottratti circa 11mila euro, oltre ai soldi in contanti che la direttrice aveva all’interno della propria borsa. Gli autori materiali della rapina utilizzarono due automobili rubate nei giorni precedenti. Successive rapine sono state effettuate il 27 novembre 2017 in un ufficio postale di Pellegrina di Bagnara Calabra (Reggio Calabria), il primo febbraio del 2018 nell’ufficio postale di Gioiosa Jonica (Reggio Calabria) e il primo ottobre del 2019 nell’ufficio postale della frazione di Rosalì di Reggio Calabria. Quest’ultima rapina sventata grazie all’intervento e alla segnalazione di un carabiniere libero dal servizio che si trovava nei pressi della Posta.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

13 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»