Rifiuti, il ministro Costa ‘sfida’ Fico e Di Maio: “Siate plastic free”

Alla Camera e nei ministeri, quello di via Cristoforo Colombo lo farà entro il 4 ottobre, il giorno di San Francesco
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La sfida di Sergio Costa, ministro dell’Ambiente, a Roberto Fico e Luigi Di Maio: liberiamoci dalla plastica, alla Camera e nei ministeri, quello di via Cristoforo Colombo lo farà entro il 4 ottobre, il giorno di San Francesco, il patrono d’Italia.

Le istituzioni devono dare il buon esempio

Le istituzioni, esorta Costa, “devono dare il buon esempio”, quindi, dice in un video, “simpaticamente chiedo al presidente della Camera, Roberto Fico, caro Roberto, ma anche al ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, caro Luigi” Di rendere i loro palazzi “entrambi plastic free, liberate la Camera liberate il ministero e chiedo anche agli altri ministeri, fatevi portavoce voi, caro Roberto e caro Luigi, di simpaticamente sfidare gli altri ministeri a liberarvi e a liberarci dalla plastica. Assumete anche voi questo impegno come l’ho assunto io e facciamolo insieme partiamo tutti al più presto possibile”.

Ma la ‘sfida’ riguarda anche le altre istituzioni, “di qualsiasi livello governativo, Regioni, Città metropolitane, Comuni- dice il ministro- parlo di tutti gli enti pubblici” e li invita a usare e diffondere l’hashtag #Iosonoambiente per mostrare “il proprio impegno per liberarsi dalla plastica, come dimostrazione di partecipazione. Insieme ce la facciamo tutti”.

Fico: Accetto sfida Costa, camera sia plastic free

“Accetto la sfida di Sergio Costa: importante che anche Montecitorio sia plastic free. Ne parlerò durante l’ufficio di presidenza della Camera. #IoSonoAmbiente”. Roberto Fico, presidente della Camera, lo scrive su Twitter accogliendo l’invito del ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»