Spazio, 18 studenti al lavoro per il satellite centroamericano

Il veicolo spaziale prenderà il nome di Morazan, condottiero honduregno presidente tra il 1830 e il 1839 della Republica Federal de Centro America
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Tre Paesi dell’America centrale si preparano ad andare in orbita. Honduras, Costa Rica e Guatemala hanno infatti dato via all’iniziativa Spacethon, che si prefigge di costruire un satellite artificiale da inviare intorno alla Terra nei prossimi mesi. Il veicolo spaziale prenderà il nome di Morazan, condottiero honduregno presidente tra il 1830 e il 1839 della Repubblica Federal de Centro America, che all’epoca occupava il territorio di quasi tutta la regione attuale.

Tra i principali scopi del satellite quelli di condurre ricerche sul clima e monitorare il livello di contaminazione dell’aria. Il progetto, promosso principalmente dalle facoltà di ingegneria e scienze spaziali della Universidad Nacional Autonoma de Honduras (Unah) con la collaborazione di atenei costaricani e guatemaltechi, verrà realizzato da 18 studenti dei tre Stati centroamericani, che verranno selezionati tra i 60 già iscritti al bando.

L’iniziativa, che godrà anche del supporto dell’organizzazione Sistema de la Integracion Centroamerica (Sica), si propone di favorire la cooperazione regionale. Secondo un membro della segreteria generale della Sica, Jorge Cabrera, “è il momento di consolidare nella regione le strutture che ci rendono più forti e che dimostrano che uniti possiamo generare cambiamenti inimmaginabili, sviluppando una nostra scienza e tecnologia, che prenda anche in considerazione un valore fondamentale come la conoscenza dei popoli ancestrali”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»