Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Patrick Zaki cittadino onorario di Milano

Il consiglio comunale meneghino ha votato all'unanimità per conferire la cittadinanza allo studente egiziano, come segnale di solidarietà e vicinanza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – All’unanimità il Consiglio comunale milanese ha votato la delibera di conferimento della cittadinanza onoraria di Milano a Patrick George Zaki, studente egiziano all’Alma Mater Studiorum di Bologna e attivista per i diritti umani, detenuto dal 7 febbraio 2020 nelle carceri egiziane.

LEGGI ANCHE: Egitto, Patrick Zaki resta in prigione

Già con un odg del 6 luglio l’aula di Palazzo Marino si era espressa per conferire la cittadinanza a Zaki e per sollecitare la giunta ad intervenire sul Governo italiano a sostegno della scarcerazione dello studente ventisettenne. “Il conferimento della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki- si legge nella delibera consiliare- oltre a essere un importante attestato di vicinanza a un giovane ricercatore dell’Università di Bologna, impegnato in importanti iniziative a favore dei diritti umani”, è anche “un forte segnale di solidarietà e vicinanza della città di Milano nei confronti di tutti coloro che, in molte Nazioni con governi dittatoriali e antidemocratici, vengono ingiustamente detenuti e condannati in quanto anche solo semplicemente sospettati di far parte di associazioni e movimenti che si battono per i diritti civili e politici”.

LEGGI ANCHE: Uno striscione per Zaki su Palazzo Vecchio a Firenze

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»