Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Bologna, le speranze dei bimbi in lockdown diventano un libro

'Bambini al tempo del lockdown' è il volume curato dall'Unicef di Bologna, che raccoglie le emozioni e i sogni dei bambini durante i mesi più rigidi della quarantena primaverile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print





BOLOGNA – Le emozioni e i sogni dei bambini durante i mesi più rigidi della quarantena primaverile diventano un libro, che sarà utile anche per dare nuova linfa alle attività di Unicef. Si chiama ‘Bambini al tempo del lockdown’ il volume curato dall’Unicef provinciale di Bologna, in uscita oggi, che può vantare anche dell’introduzione del cardinale Matteo Maria Zuppi. “Prima di scrivere le sue parole, Zuppi ha voluto leggere tutto il libro che contiene i pensieri più profondi dei bambini”, spiega Raffaele Pignone, presidente del comitato provinciale Unicef di Bologna.

LEGGI ANCHE: FOTO | Un reportage racconta le ‘belle’ storie del lockdown a Bologna





Previous
Next

Il libro è una raccolta di poesie, canzoni, disegni e racconti scritti dai ragazzi di dieci scuole primarie di Bologna e provincia durante i mesi del lockdown, da aprile a giugno. “Alcuni sono pensieri divertenti, come quello di ‘dare un calcio’ al virus; altri invece fanno molto riflettere. Non è un libro per bambini, ma è un libro che consiglio di leggere anche agli adulti, soprattutto ai genitori e ai nonni”, spiega Pignone alla ‘Dire’. L’opera infatti “fa emergere ciò che vi è di più vero e profondo dell’animo umano e che gli adulti, forse, rischiano di dimenticare”, conferma Zuppi.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Come hanno reagito alla pandemia bambini, adolescenti e genitori?

Il cardinale non è l’unico ad aver contributo all’opera, perché i pensieri dei bambini sono alternati da approfondimenti di Francesco Samengo, presidente del comitato italiano Unicef; Stefano Versari, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale; Clede Maria Garavini, garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza; Marilena Pillati, componente della commissione Cultura, scuola e formazione in Regione; Susanna Zaccaria, assessora all’Educazione del Comune di Bologna, e Rolando Dondarini dell’Università di Bologna.

UN SOSTEGNO PER UNICEF

Ma il libro non è solo una raccolta di pensieri utile a mantenere vivo il ricordo di questa esperienza, ma sarà anche un modo per sostenere le ‘casse’ di Unicef, durante messe alla prova a causa della Covid-19. “Mai come quest’anno siamo stati così in difficoltà”, ammette il presidente del comitato provinciale, elencando tutte le feste, gli eventi e i banchetti di Unicef che sono saltati a causa dell’emergenza sanitaria. “Non siamo mai stati abituati a fare vendite online e la nostra forza è stare sul territorio. Ecco perché acquistare questo libro sarà ancora più importante per sostenere la nostra associazione”, conclude Pignone. Il libro sarà disponibile nella sede del comitato provinciale Unicef (via Galliera 2/a a Bologna) e sul sito dalla casa editrice Pendragon, che ha stampato l’opera grazie al contributo di Hera.





Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»