E’ morto il neofascista Stefano Delle Chiaie

Fondatore di Avanguardia nazionale, fu accusato di concorso nella strage di Bologna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – E’ morto a 83 anni, a Roma, Stefano Delle Chiaie. Esponente di spicco della destra estrema, ha fondato Avanguardia nazionale.

Fu accusato di concorso nella strage di Bologna, avvenuta il 2 agosto 1980, in cui persero la vita 85 persone. Venne poi assolto per insufficienza di prove. 

Il suo nome è finito anche nel processo per la strage di Piazza Fontana, 12 dicembre 1969, 17 morti. Venne assolto per non aver commesso il fatto. 

Amico di Junio Valerio Borghese, è stato sospettato di aver preso parte al fallito golpe del 1970.

Delle Chiaie ha vissuto diversi anni di latitanza in Sudamerica, fino a quando, nel 1987, non venne estradato in Italia. 

A Roma ha continuato ad essere un punto di riferimento per le formazioni neofasciste. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

10 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»