Tokyo 2020, in orbita satellite con Gundam e Char’s Zaku

E' la prima volta che si usa un satellite per promuovere i giochi olimpici
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

FUKUOKA – Il comitato giapponese per le Olimpiadi di Tokyo 2020 ha annunciato il successo del lancio del ‘G-SATELLITE’. E’ la prima volta che si usa un satellite per promuovere i giochi olimpici. Il minisatellite e’ stato sviluppato dall’Universita’ di Tokyo e installato in un dispositivo orbitale satellitare della Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA). Un razzo ‘Falcon 9’ di Space-X, con la navicella spaziale ‘Dragon’, e’ stato lanciato verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) da Cape Canaveral in Florida.

In serata il ‘G-SATELLITE’ arrivera’ a destinazione, poi dalla ISS, verso la fine di aprile, sara’ mandato nella propria orbita dove restera’ per tutta la durata dei giochi olimpici e paralimpici di Tokyo 2020. Quello che incuriosisce e’ sicuramente cio’ che viaggia con il satellite. Si tratta, infatti, di ricostruzioni dei famosi personaggi dell’animazione giapponese Mobile Suite Gundam e Char’s Zaku, modellini dalle dimensioni di 10cm per 10cm per 30cm, realizzati con materiali e vernici resistenti all’ambiente spaziale, creati appositamente per essere rilasciati dal satellite e fatti orbitare attorno alla Terra per la durata dei giochi. Il minisatellite e’ dotato di telecamere per poter ammirare i modellini nello spazio, oltre a un sistema che lancera’ messaggi sulle olimpiadi in giapponese, inglese e francese. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

10 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»