Cecilia Alemani curerà la Biennale d’Arte di Venezia 2021

Alemani, responsabile e capo curatore del programma di arte pubblica della High Line di New York, è la prima donna italiana a ricoprire questo ruolo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

VENEZIA – Sarà la curatrice Cecilia Alemani, la direttrice del settore arti visive incaricata di progettare la 59esima Esposizione internazionale d’arte 2021 di Venezia. Lo ha stabilito oggi il Cda della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta.

Alemani, responsabile e capo curatore di High Line Art, programma di arte pubblica della High Line di New York, è già stata curatrice del padiglione Italia alla Biennale d’arte di Venezia 2017.

“Come prima donna italiana a rivestire questa posizione, capisco e apprezzo la responsabilità e anche l’opportunità offertami e mi riprometto di dare voce ad artiste e artisti per realizzare progetti unici che riflettano le loro visioni e la nostra società”, commenta Alemani.

Il mandato dell’attuale Cda scadrà il prossimo 13 gennaio ed in seguito decorrerà il periodo di prorogatio durante il quale potranno essere assunti solo provvedimenti di ordinaria amministrazione o urgenti e indifferibili.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

10 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»