Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

L’Unione europea conferma il roaming gratis fino al 2032

telefono cellulare smartphone
Parlamento europeo e Consiglio Ue trovano l'accordo per la proroga del regime 'Roma like at Home' che consente di chiamare e navigare su Internet senza alcun sovrapprezzo quando si è all'estero
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Alessio Pisanò

BRUXELLES – Il regime ‘Roam like at Home‘ che dal 2017 consente di chiamare e navigare su Internet senza alcun sovraprezzo quando si è all’estero sarà rinnovato per altri dieci anni fino al 2032. Questo quanto accordato tra Parlamento europeo e Consiglio dell’Unione Europea ieri in tarda serata. Rispetto a quanto realizzato quattro anni fa, gli operatori dovranno anche cercare di garantire la stessa qualità e velocità di connessione mobile quando i propri clienti si trovano all’estero. Senza alcun costo aggiuntivo, inoltre, si potrà accedere ai sevizi di emergenza e gli operatori dovranno fornire informazioni sul numero di emergenza europeo, il 112.

L’accordo prevede anche l’abolizione di supplementi per le chiamate intra-Ue. Le tariffe di roaming all’ingrosso – quelle pagate dall’operatore telefonico alla compagnia telefonica dove si trova temporaneamente il cliente – saranno limitate a due euro per Gigabyte (Gb) dal 2022, scendendo progressivamente a 1 euro nel 2027. “Stiamo creando un mercato del roaming più equo, concentrandoci soprattutto sugli operatori più piccoli, tagliando significativamente i massimali all’ingrosso”, ha affermato l’eurodeputata popolare Angelika Winzig, membro del gruppo dei negoziatori che hanno raggiunto l’accordo sulla nuova regolamentazione.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»