Incontro a Roma tra tirocinanti calabresi e Provenzano, Usb: “Confronto positivo”

"È stato assunto l'impegno di riconoscere ai lavoratori e alle lavoratrici gli anni di tirocinio formativo e le professionalità maturate"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

REGGIO CALABRIA – Una delegazione di sindacalisti dell’Usb e di tirocinanti calabresi ha incontrato oggi a Roma il ministro per il Sud e la coesione territoriale Giuseppe Provenzano. “Consideriamo positivo il confronto odierno, ottenuto a seguito della manifestazione regionale del 2 ottobre a Lamezia Terme” hanno affermato i sindacalisti calabresi aggiungendo: “Abbiamo esposto dettagliatamente le problematiche e le esigenze dei settemila tirocinanti calabresi, inoltre abbiamo sottolineato le gravi irregolarità che avvengono nell’attuazione di questo tipo di tirocini e il drammatico problema del lavoro precario in Calabria“. “Il Ministro si è dimostrato disponibile a dar vita ad un percorso che conduca alla positiva risoluzione della vertenza – hanno affermato i rappresentanti dell’Usb – è stato assunto l’impegno, da parte ministeriale, di interessare e coinvolgere da subito gli altri ministeri competenti e la Regione Calabria, così da convocare un nuovo tavolo di confronto alla presenza di tutti gli attori istituzionali”. “Si è convenuto infine nella volontà di riconoscere ai lavoratori e alle lavoratrici – concludono i sindacalisti dell’Usb Calabria – gli anni di tirocinio formativo e le professionalità maturate. É stato solo un primo passo, crediamo positivo, ma la strada è ancora lunga e va affrontata con determinazione mantenendo una forte attenzione sul tema e non fermando la mobilitazione”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

9 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»