Di Maio: “Non temo scissione, ora riorganizzazione: 100 figure sul territorio”

Novità in arrivo per il M5s. E sulla legge elettorale il leader 5 stelle dice: "Prima se ne discute in Parlamento, non vorrei adesso iniziasse l'incubo delle soglie di sbarramento"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Non temo scissioni nel movimento”. Lo dice il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a Radio Anch’io, osservando che “è normale ci siano discussioni anche accese. A Napoli lancerò nuova organizzazione del movimento, passiamo dal solo capo politico a cento persone che gestiranno il Movimento sul territorio“.

“IMPEGNO A CORRETTIVI, SU LEGGE ELETTORALE ACCORDO IN PARLAMENTO”

“C’è tutto l’impegno ad inserire i correttivi” alla riforma costituzionale che ha tagliato il numero dei parlamentari, “ci sarà da riorganizzare i regolamenti di Senato e Camera, mettere a posto la legge elettorale, ma in passato questa era diventata una scusa”, afferma Di Maio a Radio Anch’io.

Sulla legge elettorale, continua, “ci sarà un accordo parlamentare. Con Zingaretti ci siamo solo detti che affronteremo il tema, ma per quanto riguarda il modello prima ne inizia a parlare il Parlamento e poi iniziamo a discutere. Io non mi esprimo, non vorrei adesso iniziasse l’incubo delle soglie di sbarramento“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

9 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»