hamburger menu

Un altro omicidio a Civitanova Marche: 30enne accoltellato a morte sul lungomare, un arresto

In carcere un tunisino 26enne, senza lavoro ed incensurato, ritenuto responsabile dell'omicidio del suo connazionale Rached Amri

Pubblicato:09-08-2022 20:16
Ultimo aggiornamento:09-08-2022 20:16
Canale: Marche
Autore:
civitanova
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – È stato condotto nel carcere di Fermo un tunisino 26enne, senza lavoro ed incensurato, ritenuto responsabile dell’omicidio del 30enne connazionale Rached Amri, accoltellato a morte ieri sera nel lungomare di Civitanova Marche. S.H., irregolare sul territorio italiano, è stato arrestato oggi pomeriggio alle 13.30 a Porto Sant’Elpidio in seguito ad un’intesa attività di indagine condotta congiuntamente dai Carabinieri di Macerata e Fermo, dalla Squadra mobile di Macerata e dalla Polizia di Civitanova Marche. Le Forze dell’ordine sono risalite al presunto assassino grazie a testimonianze e alle immagini degli impianti di videosorveglianza (pubblica e privata). Nell’abitazione del 26enne sono state rinvenute 28 dosi di eroina (9.700 grammi). Ritrovata, durante un sopralluogo della Polizia scientifica, al parco Palatucci, nelle vicinanze del luogo dove è avvenuta l’aggressione, anche l’arma del delitto.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-09T20:16:53+02:00