Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Rai, Foa: “Molto spazio a Di Maio-Salvini, ma non a scapito dell’opposizione”

Il governo Renzi e Gentiloni ebbero più spazio sulla Rai dell'attuale, spiega Foa. È vero però che Salvini e Di Maio hanno pressochè 'monopolizzato' l'informazione politica
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – I primi dieci mesi del Governo Conte “hanno rappresentato una situazione senza precedenti nella storia dei Governi politici repubblicani”, con un premier “proveniente dalla società civile” e due vicepremier “che rappresentano contemporaneamente i due ministeri chiave e la leadership dei due partiti costituenti la maggioranza”. Lo spiega il presidente della Rai, Marcello Foa, in audizione in Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi. Per questo, sottolinea il presidente Rai, “è stata privilegiata la voce dell’Esecutivo rispetto a quella degli esponenti politici della maggioranza”.

Questo ha generato “una struttura informativa focalizzata sui leader, ma a scapito delle altre voci della maggioranza, certo non di quelle dell’opposizione”.

“GOVERNO CONTE NON PRIVILEGIATO, GARANTITO PLURALISMO”

La Rai sta garantendo il pluralismo nell’informazione: maggioranza e governo Conte hanno avuto meno spazio sui canali Rai rispetto a quanto avvenuto agli esecutivi Gentiloni, Renzi e Letta, ha spiegato Foa, in audizione in Parlamento.

Maggioranza e governo Conte– spiega Foa- hanno ‘occupato’ il 50% degli spazi. Con il governo Renzi si arrivò al 59%, con quello Gentiloni il 59% mentre il governo Letta con Pd-Fi arrivò anche al 78%, salvo tornare al 59% con l’uscita dal governo di Fi e l’entrata di Ncd”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»