Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Psicologia, edizione dell’8 ottobre 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– NOBEL MEDICINA A JULIUS E PATAPOUTIAN PER RECETTORI TEMPERATURA E TATTO

Sono gli americani David Julius e Ardem Patapoutian i Nobel per la Medicina 2021 premiati dall’Istituto Karolinska di Stoccolma, in Svezia, “per le loro scoperte sui recettori per la temperatura e il tatto”, utilizzate per mettere a punto cure per numerose patologie, tra cui il dolore cronico. Le loro scoperte hanno portato a un rapido aumento della comprensione di come il sistema nervoso percepisca calore, freddo e stimoli meccanici, oltre all’individuazione di importanti collegamenti tra i nostri sensi e l’ambiente. Per scoprire un sensore nelle terminazioni nervose della pelle che risponde al calore, David Julius ha utilizzato la capsaicina, un composto di peperoncini che induce una sensazione di bruciore, mentre Ardem Patapoutian si è servito di cellule sensibili alla pressione per individuare una nuova classe di sensori che rispondono agli stimoli meccanici della pelle e degli organi interni.

– AIMATI: DISABILITÀ È ASSENZA LIBERTÀ, CON GUIDA SIPPS INCLUSIONE A 360°

“Al di là delle definizioni mediche, c’è un’altra definizione della disabilità in riferimento alla vita: la disabilità è la mancanza di libertà, perché quando un ragazzo è disabile, quando nasce con limitazioni di tipo fisico o mentale e cognitivo perde la libertà della scelta. E questa perdita si estende a tutta la famiglia”. A parlare è Marina Aimati, medico di famiglia, mamma di Lorenzo, un ragazzo di 24 anni con disabilità, e coordinatrice della guida ‘Includendo 360’ della Sipps.

– LO SVEZZAMENTO SPAVENTA MAMME, È PERDITA CONTROLLO SU FIGLI

“Lo svezzamento spaventa tanto le mamme perché rappresenta una perdita di controllo sul figlio. La mamma che allatta ha un attaccamento particolare al bambino, va oltre la semplice soddisfazione di un bisogno fisiologico. Iniziare lo svezzamento significa cominciare a tagliare quel cordone ombelicale d’amore”. A spiegare il valore psicologico e relazionale dell’allattamento e della sua fine, per mamma e bambino, è Margherita Caroli, pediatra ed esperta di nutrizione della Sipps.

– PSICHIATRA: IN PANDEMIA COMPORTAMENTI ALTERATI PER CIRCA 80% RAGAZZI

“Uno studio spagnolo ha messo in relazione le reazioni dei ragazzi (senza patologie psichiatriche) e lo stato emotivo dei genitori, stimando il cambiamento di abitudini nei minori. È emerso che le famiglie e i ragazzi italiani hanno mostrato trend migliori, più bassi anche se di poco, di quelli spagnoli che nell’85% dei casi hanno vissuto un cambiamento nei propri comportamenti e stati d’animo con irritabilità, irrequietezza, preoccupazione, difficoltà di concentrazione, apatia”. A illustrare i risultati della ricerca spagnola è Immacolata d’Errico, psichiatra e psicoterapeuta.

– SCUOLA, ABBANDONO AL 3.33% ALLE SUPERIORI. IDO: INSEGNANTI FONDAMENTALI

La dispersione scolastica in Italia è in diminuzione ma resta un problema. Secondo i dati del ministero dell’Istruzione, per il passaggio tra cicli scolastici l’abbandono alle superiori è sceso dal 4,40% del passaggio tra l’anno scolastico 2013/2014 e il 2014/2015, al 3,33% del passaggio tra il 2018/2019 e il 2019/2020. “Anche la motivazione allo studio passa attraverso una buona relazione con gli insegnanti che possono essere alleati dei ragazzi”, ha sottolineato Flavia Ferrazzoli, psicoterapeuta dell’IdO, durante l’incontro gratuito sul tema della dispersione scolastica organizzato nell’ambito dell’iniziativa ‘Nuovi orizzonti per la comunità: prendersi cura del futuro’.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»