Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Anziani maltrattati nelle case di riposo in Sicilia, chiesto il processo per i componenti di un consorzio di cooperative sociali

anziani_riabilitazione
Per alcuni degli indagati, tra cui l'amministratore unico del consorzio, è in corso un altro procedimento penale per omicidio colposo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – La Procura di Gela ha chiesto il rinvio a giudizio nei confronti dei componenti di un consorzio di cooperative sociali, denominato ‘Progetto Vita’, che gestiva varie case di riposo nel Nisseno, nell’Ennese e nella provincia di Catania finito sotto indagine per maltrattamenti ed esercizio abusivo della professione sanitaria.

Secondo l’accusa nelle strutture di Butera, Niscemi, Pietraperzia, San Michele di Ganzaria e Mirabella Imbaccari sarebbero state commesse violenze contro i ricoverati. Per alcuni degli indagati, tra cui l’amministratore unico del consorzio B.P.M., è in corso un altro procedimento penale per omicidio colposo: avrebbe causato la morte di uno degli ospiti della casa di riposo ‘Le Viole Residence per anziani’ di Butera. Secondo l’accusa l’anziano sarebbe morto per “negligenza, imprudenza e imperizia” degli imputati i quali non avrebbero richiesto tempestivamente l’intervento dei medici

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»