Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

In Africa finisce sotto accusa la multinazionale delle scuole low cost

Le accuse sono mosse da 88 organizzazioni della societa' civile a Bridge Internazional Academies (Bia)
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Zero trasparenza, sfruttamento del lavoro e violazioni delle leggi “con conseguenze negative sul diritto all’istruzione di migliaia di bambini”: sono le accuse mosse da 88 organizzazioni della societa’ civile a Bridge Internazional Academies (Bia), societa’ statunitense che propone scuole “a basso costo” in Africa.

Nel documento, pubblicato questo mese, le ong si rivolgono a personalita’ di primo piano a livello globale chiedendo di non investire piu’ nel progetto. Anche attraverso il fondo Novastar Ventures, oggi Bridge ottiene finanziamenti da Mark Zuckerberg e Bill Gates, i fondatori di Facebook e Microsoft, nonche’ da istituzioni come la Banca europea per gli investimenti (Bei) e l’Agenzia francese per lo sviluppo (Afd).

A partire dal 2009, la societa’ americana ha preso in gestione scuole in diversi Paesi, perlopiu’ africani: dall’Uganda alla Liberia, dal Kenya alla Nigeria. Segnalate nei mesi scorsi frizioni con piu’ governi, come quello di Kampala, che denuncia standard igienici e di sicurezza inadeguati nelle scuole. Morrison Rwakakamba, direttore di Bridge in Uganda, ha definito le critiche delle ong “mezze verita’”. L’obiettivo dichiarato della sua societa’ e’ garantire istruzione “low cost” a 10 milioni di bambini entro il 2025 in Africae in Asia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»