NEWS:

Roberto Bolle super ospite della finale di Sanremo: “La danza nel tempio del pop”

Il ballerino Roberto Bolle salirà sul palco dell'Ariston nella serata finale del festival di Sanremo, il 10 febbraio: "Porterò la danza nel tempio del pop, avvicinare quest'arte al cuore delle persone è la mia grande missione"

Pubblicato:07-12-2023 08:17
Ultimo aggiornamento:07-12-2023 08:17
Autore:

FacebookLinkedIn

ROMA – Roberto Bolle è il super ospite della serata finale del Festival di Sanremo. L’étoile è atteso sul palco del Teatro Ariston sabato 10 febbraio. Ad annunciarlo è stato il direttore artistico Amadeus durante il Tg1 di ieri sera. “La presenza di Bolle- ha detto Amadeus- impreziosisce la serata finale della 74esima edizione. Sono onorato della sua partecipazione, ringrazio Roberto per aver accettato il mio invito. È giusto che il mondo della danza classica ai massimi livelli sia presente in un teatro iconico, dal punto di vista pop, e che i due mondi si possano incontrare”.

“PORTERÒ LA DANZA NEL TEMPIO DEL POP”

Ambasciatore della danza – dalla classica alla contemporanea – Bolle è riuscito negli anni, grazie al suo impegno e alla sua passione, ad avvicinare persone di ogni età a questa espressione d’arte. “Sono entusiasta di questo invito di Amadeus- ha dichiarato Bolle dalla sala ballo a Londra- che ringrazio profondamente di questa opportunità importante di portare la danza nel tempio del pop. Da sempre avvicinare quest’arte al cuore delle persone è la mia grande missione e questo invito non poteva essere più gradito. C’è una forte assonanza tra questo straordinario Sanremo che, grazie al suo direttore artistico e conduttore, ha saputo unire le generazioni appassionando e riappassionando i giovani e creando ponti artistici, musicali e culturali e quello che ogni giorno cerco di fare io per la danza: appassionare con un’arte antica cuori di tutte le età”, ha concluso.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


FacebookLinkedIn