Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, Gimbe: “Diminuiscono i nuovi casi, i ricoveri e i decessi”

terapia intensiva ospedale coronavirus
Il report della Fondazione Gimbe fotografa il miglioramento della situazione epidemica nel nostro paese
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 ROMA – Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe rileva nella settimana 29 settembre-5 ottobre 2021, rispetto alla precedente, una diminuzione di nuovi casi (21.060 vs 23.159, pari a -9,1%) e decessi (311 vs 386, pari a -19,4%). In calo anche i casi attualmente positivi (90.299 vs 98.872, -8.573, pari a -8,7%), le persone in isolamento domiciliare (86.898 vs 94.995, -8.097, pari a -8,5%), i ricoveri con sintomi (2.968 vs 3.418, -450, pari a -13,2%) e le terapie intensive (433 vs 459, -26, pari a -5,7%).

‘Ormai da 5 settimane consecutive- dichiara Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe- il dato nazionale mostra una discesa dei nuovi casi settimanali, anche se nell’ultima settimana, rispetto alla precedente, 5 regioni registrano un incremento percentuale dei contagi’.

Gli aumenti, che riguardano Basilicata (+73,6%), provincia autonoma di Bolzano (+8,7%), provincia autonoma di Trento (+20,9%), Sardegna (+5%), Valle D’Aosta (+64,5%), rimangono tuttavia contenuti in termini assoluti. Scendono a 17 le province con incidenza pari o superiore a 50 casi per 100.000 abitanti e nessuna conta oltre 150 casi per 100.000 abitanti. In calo anche i decessi: 311 negli ultimi 7 giorni (di cui 22 riferiti a periodi precedenti), con una media di 44 al giorno rispetto ai 55 della settimana precedente.

 ‘Sul fronte ospedaliero- afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari della Fondazione Gimbe- si registra un ulteriore calo dei posti letto occupati da pazienti Covid-19: rispetto alla settimana precedente scendono del 13,2% in area medica e del 5,7% in terapia intensiva’.

A livello nazionale il tasso di occupazione rimane basso (5% in area medica e 5% in area critica) e nessuna regione supera le soglie del 15% per l’area medica e del 10% per l’area critica.

Continuano a scendere anche gli ingressi giornalieri in terapia intensiva– spiega Marco Mosti, direttore operativo della Fondazione Gimbe- con una media mobile a 7 giorni di 22 ingressi/die rispetto ai 29 della settimana precedente’.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»