Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Oltre 45.000 persone nelle vie del Jeans: Comune di Genova soddisfatto

genova jeans
Anche 13.600 ingressi alle mostre e quasi 32.000 posti letto venduti: un'ottima ricaduta sul turismo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – Mentre in Consiglio comunale il Movimento 5 Stelle accende nuovamente la polemica sui costi della manifestazione, il Comune, in una nota, ufficializza i dati della partecipazione a “Genova jeans, la cinque giorni dedicata alle celebrazioni delle origini genovesi del pantalone più famoso del mondo. Sono stati 13.600 gli ingressi alle mostre, 3.500 le presenze agli appuntamenti serali e sold out i convegni.

Attraverso i dati turistici e di presenza ai diversi eventi, l’amministrazione stima un’affluenza sulle vie del Jeans (via Pre’, via del Campo e via San Luca, nel cuore del centro storico) di circa 45.000 persone. Dato positivo anche per le presenze alberghiere ed extralberghiere dal 2 al 6 settembre: 10.540 le camere vendute per circa 18.500 persone, e 31.863 i posti letto. Oltre a 50 fornitori del territorio, “Genova Jeans” ha coinvolto 76 tra negozi e marchi del settore e ha attirato a Genova 150 ospiti e nomi noti della moda, nonché 70 artisti. Infine, sono stati 23 gli animatori che hanno collaborato alla manifestazione, per la quale sono state recensite 266 uscite sulla stampa nazionale ed estera e raggiunte 3.783.807 persone sui social e sul web.

“Uno straordinario risultato, che ci ripaga dello sforzo organizzativo e delle polemiche che ci hanno accompagnato fin dall’inizio. Da ora si inizia a lavorare per l’edizione 2022”, commenta l’assessore comunale alla Cultura, Barbara Grosso. “Sono molto contenta per l’entusiasmo che ho percepito nelle vie del jeans, da parte di visitatori e commercianti, e per la visibilità ottenuta nel settore nella moda del jeans, come testimoniano le visite di operatori del settore, italiani ed esteri e delle aziende che si candidano a partecipare il prossimo anno”, aggiunge Manuela Arata, presidente comitato promotore.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»